RICETTE dessert


Categoria: dessert

Focaccia pasquale veneziana


Testo a cura di Pierluigi CeolinExecutive chef e scrittore. Curatore di rubriche gastronomiche, collabora anche con il settimanale “Gente Veneta”.

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

500 g di farina 00 - 150 g di burro - 200 g di zucchero - 6 uova  - 25 g di lievito di birra - La scorza di 1 arancia - 1 pezzetto di cannella - 2 chiodi di garofano - 1 bustina di vaniglia - 1 bicchierino di Kirsh o marsala - Acqua - 1 pizzico di sale

Per la decorazione: 30 g di mandorle e 3 cucchiai di granella di zucchero

PREPARAZIONE

1 Metto a macerare per un giorno la scorza d’arancia tagliata a pezzetti nel marsala o nel kirsh, assieme ai pezzetti di cannella e ai chiodi di garofano. 

2 Impasto 150 g di farina con il lievito sciolto in mezzo bicchiere di acqua tiepida, fino ad ottenere un impasto morbido. 

3 Lascio lievitare in un luogo tiepido coperto da un tovagliolo, fino a che non raggiunge il doppio del suo volume.

4 Su una spianatoia o su un tavolo di marmo impasto metà della farina rimasta con metà zucchero e metà burro, 3 uova e un pizzico di sale e unisco, se necessario, un po’ d’acqua tiepida in maniera da garantire morbidezza all’impasto.

5 Unisco la pasta precedentemente lievitata e lavoro il tutto molto a lungo per ottenere un composto consistente. 

5 Rimetto l’impasto in una terrina coprendolo con un tovagliolo e lo lascio lievitare per altre due ore. 

6 Passato il tempo preposto alla lievitazione, prendo la pasta e ripeto il medesimo procedimento incorporando mano a mano gli ingredienti rimasti.

7 Alla fine unisco la fusione di spezie filtrata. Impasto il tutto con le mani fino a quando la pasta non si attacca più alle dita. 

8 Rimetto nella terrina e lascio lievitare ancora  per due o tre ore. 

9 A lievitazione avvenuta, dispongo la pasta su una teglia rotonda, con i bordi alti, rivestita da carta da forno, cospargo le mandorle, precedentemente pelate e tagliate a metà nel senso della lunghezza, la granella di zucchero e un po’ di zucchero a velo.

10 Metto la focaccia in forno non molto caldo, 180 ° C, per circa 30 minuti affinché la colomba pasquale mantenga la sua morbidezza e leggerezza primaverile. 

10 Tolgo dal forno e lascio raffreddare.  

11 Ricordo che è consigliabile aspettare uno o due giorni per poterla meglio gustare.

Informazioni

A Venezia si dice che senza focaccia o senza colomba non è Pasqua. Un detto valido per tutto il Veneto. Un tempo era abitudine inzupparla nel vino dolce per assaporarne meglio il profumo. Oggi si opta più frequentemente per l’abbinamento con la crema o lo zabaione. È da ricordare anche la focaccia pasquale di Este, conosciuta anche in Vaticano, dove viene inviata ogni anno al Santo Padre, proprio in occasione della Pasqua.  

Leggi news Pasqua tradizioni venete

 





Stampa Stampa | Categoria Altre ricette di questa categoria |



blog comments powered by Disqus