RICETTE sfiziosita'


Categoria: sfiziosita'

7 ricette babilonesi pił antiche al mondo


Testo di Giovanni FancelloEsperto e docente di storia della gastronomia sarda. Autore di numerosissime pubblicazioni, fra le quali citiamo: Sabores de Mejlogu, Sardegna a tavola, Il pesce povero, Le erbe selvatiche, Le spezie. Collabora alle pagine gastronomiche delle più importanti testate giornalistiche sarde. Vincitore del concorso internazionale  “Premio Marietta” di Pellegrino Artusi.

 

Le sette ricette babilonesi più antiche al mondo datate 1700-1600 a.C.

Focacce

Si bagna alica ben pulita in un pò di latte e, quando è ben gonfia, ci si impasta siqqu  e, badando che sia sempre soffice, si aggiunge all'impasto samidu, porro e aglio tritati assieme, e un pò di grasso. Si lascia gonfiare l'impasto nella casseruola; poi si divide in panini e li si cuoce col sistema sebetu e quando i panini sono cotti li si stacca dalle pareti del forno.

 

Pasticcio di anatra

Levagli la testa il collo ed i piedi. Aprigli lo stomaco e togli le interiora che devono venir liberati dalla membrana interna. Lava il volatile e taglia a pezzi le interiora. In una caldaia pulita metti i volatili e le interiora. Dopo averli fatti cuocere per un periodo sufficiente, togli la carne e lavala in acqua fresca. Poi lava bene una casseruola grande e mettici acqua e latte e riscaldali. Asciuga sia i volatili che le interiora salali e mettili nella casseruola, aggiungendo grasso pulito e, secondo il gusto, legni aromatici. Quando si alza il bollore si aggiunge cipolla, ma non molta, pane sbriciolato, samidu, porro e aglio tritati assieme. Lasciare cuocere.Mentre questo si cuoce, si bagna alica ben pulita in un po' di latte e, quando è ben gonfia, ci si impasta siqqu  e, badando che sia sempre soffice, si aggiunge all'impasto samidu, porro e aglio tritati assieme, latte ed il grasso avanzato dalla cottura., Si divide l'impasto in due e si lascia gonfiare nella casseruola. Si divide una delle parti in panini e li si cuoce col sistema sebetu e quando i panini sono cotti li si stacca dalle pareti del forno. Continuare ad impastare altra alica bagnata con latte aggiungendoci olio, porro tritato e samidu. Poi si prende una teglia larga abbastanza da contenere i volatili e i suoi contorni, la si fodera con l'impasto in modo che esso sia più alto nell'orlo della teglia. Poi si prende l'altro impasto che si era preparato, lo si mette su un lato della casseruola e da qui lo si passa su un piano che abbia la stessa dimensione della teglia in modo che possa coprire i volatili ed i loro contorni. Si sparge sopra menta e poi si copre con l'impasto in modo da formare una sfoglia sottile per coprire. Alza la parte anteriore del forno.

 

Sanguinaccio

Niente carne. Mettere le rape in acqua. Aggiungere grasso, cipolla, ruchetta, coriandolo pane sbriciolato, legare con sangue, porro tritato e aglio.

 

Zuppa di piccioni

Mettere in acqua. Aggiungere grasso, sale a piacere, sfoglia sbriciolata , cipolla e samidu, porro e aglio e erbe aromatiche preventivamente tenute a bagno nel latte. È sempre una pastina cotta in un brodo fatto con diversi tipi di carne e vari odori. 

 

Zuppa di cuscuta

Per questo non serve carne fresca, ma quella salata. Mettere in acqua ed aggiungere una sufficiente quantità di cuscuta, cipolla e samidu, coriandolo, cumino, porro e aglio. Servire

 

Zuppa di agnello

Serve anche altra carne. Metterla in acqua. Aggiungere grasso, sale a piacere, sfoglia sbriciolata, cipolla e samidu, coriandolo, cumino, porro e aglio. Servire.

 

Brodo di carne

Serve carne. Metterla nell'acqua. Aggiungere grasso, porro tritato, aglio e, in proporzione, suhutinnu crudo.

Leggi news banchetto anctiche civiltà





Stampa Stampa | Categoria Altre ricette di questa categoria |



blog comments powered by Disqus