NOTIZIE CATEGORIA PERSONAGGI FAMOSI


Categoria RSS 2.0 | RSS 1.0  
Storia dei banchetti di Papa Alessandro VI Borgia

Storia dei banchetti di Papa Alessandro VI Borgia

Si racconta che nei primi del ‘500, la Locanda del Leone, situata a Tor di Nona a due passi da San Pietro, fosse una delle più accreditate di Roma, poiché aveva un’ottima cucina ed il miglior bianco di vigna. L’osteria era gestita da certa Madonna Vannozza, bruna dai bellissimi occhi scuri regolarmente maritata...
Leggi tutta la news...

Jethro Tull e la seminatrice meccanica

Jethro Tull e la seminatrice meccanica

Il giovane agronomo inglese dopo anni di ricerca e studio, stravolse le metodiche produttive dell'epoca inventando nel 1701 la seminatrice meccanica che permise un incremento produttivo pari al 800% rispetto al passato. L'Inghilterra fu la prima nazione europea ad attuare una seria...
Leggi tutta la news...

Marchesa de Pompadour amante della cioccolata

Marchesa de Pompadour amante della cioccolata

Era figlia d'un macellaio, ma la madre riuscì a farla sposare con un nobile di basso rango. Conosciuto Luigi XV ad un ballo, prese il posto di favorita, rimanendo al fianco del re per circa venti anni. Guidata da una forte ambizione venne nominata marchesa nel 1745...
Leggi tutta la news...

Piero della Francesca e le uova

Piero della Francesca e le uova

Ci sono occasioni nelle quali le passioni di un grande personaggio lasciano ai posteri anche tracce di delizie gastronomiche. In questo caso invece è lo stupore per l’opera di un genio a generare una squisitezza. Si narra che a fine ‘400 alla corte di Urbino un cuoco dei Montefeltro...
Leggi tutta la news...

Maria Antonietta e le brioches

Maria Antonietta e le brioches

Figlia più giovane dell’imperatore Francesco I e di Maria Teresa d’Austria, fu data in matrimonio a Luigi XVI con il preciso intento di rinsaldare l’alleanza tra la Francia e gli Asburgo. Fin dal principio Maria Antonietta suscitò scarsa simpatia presso i suoi sudditi, in parte per il fatto di essere straniera, ma soprattutto per il suo carattere frivolo...
Leggi tutta la news...

Galileo Galilei l'albergatore

Galileo Galilei l'albergatore

Nacque a Pisa nel 1564, dove il padre gestiva un piccolo negozio di tessuti e al tempo stesso si dilettava a comporre musica. Scienziato, filosofo e scrittore con idee rivoluzionarie, dal carattere ironico e caustico, durante la vita ebbe non pochi nemici. Si devono a lui l’invenzione del primo cannocchiale, la legge del pendolo e la macchina per alzare l’acqua, ma Galileo è passato alla storia anche per...
Leggi tutta la news...

Papa Sisto IV banchetti e diete

Papa Sisto IV banchetti e diete

Questo Papa, consigliato dai suoi terribili nipoti, per ingraziarsi la plebe affamata rinnovò anche i fasti delle celebrazioni per strade del carnevale, con l’offerta di cibo e lo svolgimento di una corsa rodeo consistente nel catturare due maiali lustri, lavati e profumati. Il mecenatismo e lo sperpero...
Leggi tutta la news...

Ludovico II e la dieta musicale

Ludovico II e la dieta musicale

Secondo Marchese di Mantova, ha lasciato un'indelebile traccia di sé grazie ad un'intelligente politica d’apertura e di relazioni. Sensibile all’arte fu grande mecenate ospitando alla sua corte vari artisti fra i quali Andrea Mantegna, che per lui realizzò anche il famoso affresco “Camera degli Sposi”.
Leggi tutta la news...

Luigi XVI un appetito senza paura

Luigi XVI un appetito senza paura

Nipote di Luigi XV, divenne delfino di Francia (1765) in seguito alla morte del padre e dei fratelli maggiori. Nel 1770 sposò Maria Antonietta, figlia di Maria Teresa d'Austria. Alla sua ascesa al trono, la Francia era gravata da debiti e impoverita da una esosa politica fiscale. Il sovrano cercò di ridurre le tasse e di introdurre riforme economiche e giudiziarie...
Leggi tutta la news...

Martin Lutero e la birra

Martin Lutero e la birra

I protestanti sono passati alla storia perché contestavano la vita dispendiosa che si conduceva a Roma, ma Lutero quando si sedeva a tavola non era molto diverso dai suoi avversari. Forse perché aveva trascorso l’infanzia tra i digiuni impostigli dai teutonici genitori, e la giovinezza tra...
Leggi tutta la news...

Buontalenti padre del sorbetto

Buontalenti padre del sorbetto

L’architetto, scultore, miniatore e ingegnere militare, Bernardo Buontalenti completò gli Uffizi, costruì la villa e il giardino di Pratolino e disegnò fortificazioni per numerose città toscane, come la fortezza del Belvedere a Firenze. Il Buontalenti mise il suo genio anche al servizio delle feste e dei banchetti offerti dai Medici...
Leggi tutta la news...

 Guy Fawkes il cospiratore e le patate farcite

Guy Fawkes il cospiratore e le patate farcite

Ogni 5 novembre (data della fallita cospirazione) si festeggia la salvezza di re Giacomo, e per traduzione si consumano le stuzzicanti jacket potatoes (patate farcite o in camicia), arachidi e caldarroste, ingurgitando pinte di birra. Fino a qualche tempo fa oltre a far bisboccia, i ragazzini dopo aver preparato un fantoccio che ricordava le sembianze di Guy Fawkes...
Leggi tutta la news...

Francesco I e la zuppa da re

Francesco I e la zuppa da re

Francesco I di Valois era bello, alto, bruno, atletico, con un volto astuto, amava la gloria, gli eserciti, le battaglie, le arti, la letteratura, i giochi, le cacce e le donne. Incarnando il vero sovrano rinascimentale, veniva ammirato da tutti i suoi contemporanei per aspetto e portamento regale...
Leggi tutta la news...

Enrico VIII gourmet o gourmand

Enrico VIII gourmet o gourmand

Enrico VIII: È impossibile descrivere la quantità di scritti relativi a quest’affascinante “personaggio”. Va detto, che l’ingente letteratura documentale e biografica che lo attornia ha senza dubbio molteplici motivi. In primis il celebre rampollo di casa Tudor era senz’altro un personaggio carismatico e bizzarro...
Leggi tutta la news...

Claudio Monteverdi e i madrigali gastronomici

Claudio Monteverdi e i madrigali gastronomici

Claudio Monteverdi, figlio di un medico cremonese iniziò giovanissimo gli studi musicali. Già a venti anni con il “Primo Libro dei Madrigali” diventò famoso in tutta Europa, entrando di diritto a far parte del gruppo dei grandi compositori del tempo. I banchetti rinascimentali delle corti erano una forma d'arte vera e propria, e lo stile passionale della musica di Monteverdi...
Leggi tutta la news...

Giacomo Castelvetro letterato dalla vita avventurosa

Giacomo Castelvetro letterato dalla vita avventurosa

Giacomo Castelvetri – come egli stesso si firmava -, noto in particolare per la sua unica opera edita: il Brieve racconto di tutte le radici, di tutte l’erbe e di tutti i frutti che crudi o cotti in Italia si mangiano, scritta nel 1614 e pubblicata per la prima volta nel novecento, fu una peculiare figura di letterato, ed ebbe un’esistenza avventurosa vissuta in un’epoca turbolenta: quella del pieno scontro tra Riforma e Controriforma.
Leggi tutta la news...

Caterina de' Medici ghiotta e superstiziosa

Caterina de' Medici ghiotta e superstiziosa

Caterina de Medici è stata una figura femminile d’eccellenza. Politica di prim’ordine, spregiudicata, determinata, capace di districarsi mirabilmente tra i veleni della corte di Francia. Educanda quattordicenne, tracagnotta, bruttina, palliduccia, con gli occhi a palla caratteristici della famiglia Medici, venne sdegnosamente definita “grassa bottegaia fiorentina”...
Leggi tutta la news...

Ludovico il Moro e il dolceriso

Ludovico il Moro e il dolceriso

Nacque a Vigevano da Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. Fu detto il “Moro” forse dai suoi capelli scuri e dal colorito bruno. Sin da bambino venne educato ai valori della cultura umanistica. Quartogenito della famiglia, perciò svantaggiato nella conquista della signoria, si rivelò una persona estremamente intraprendente ed ambiziosa.
Leggi tutta la news...

Cagliostro e l’elisir d'eterna giovinezza

Cagliostro e l’elisir d'eterna giovinezza

Giuseppe Balsamo (Alessandro conte di Cagliostro), studiò la chimica, la medicina, e alternò lo studio del disegno alle discipline alchemiche. A Roma sposò Lorenza (ne parlano come di una donna generata dal Conte stesso dopo che questi ebbe provato le doglie del parto) ed iniziò il suo cammino...
Leggi tutta la news...

Caravaggio fra verdura e frutta

Caravaggio fra verdura e frutta

Caravaggio, il cui vero nome era Michelangelo Merisi, è stato il pittore più originale del Seicento, grazie al suo modo di usare la luce e i soggetti "veri". Lombardo di nascita, circa ventenne approdò a Roma, dove grazie allo zio prete venne ospitato presso un monsignore. Nella curia viveva...
Leggi tutta la news...

Elisabetta I regina vergine

Elisabetta I regina vergine

Elisabetta fu la quinta ed ultima monarca della dinastia Tudor. Incoronata nel 1558, ebbe un lungo regno durante il quale pose le basi della futura potenza commerciale e marittima dell’Inghilterra, iniziando altresì la colonizzazione dell'America settentrionale. La sua epoca, denominata età elisabettiana fu anche un periodo di straordinaria fioritura...
Leggi tutta la news...

Caterina Sforza Riario e il ricettario segreto

Caterina Sforza Riario e il ricettario segreto

Alcuni scrittori rinascimentali dicono che Caterina avrebbe superato per fama ogni altra donna del suo tempo. Bella, intelligente ed energica, sposò Girolamo Riario (nipote di Sisto IV) signore di Imola e poi di Forlì. Quando le fu ucciso il marito, grazie alla sua intraprendenza riuscì a mantenere la signoria...
Leggi tutta la news...

Antonio Vivaldi: il riso del Prete Rosso

Antonio Vivaldi: il riso del Prete Rosso

Celebre violinista e compositore veneziano, in gioventù fu destinato alla carriera ecclesiale. Presi gli ordini a venticinque anni, più per convenienza sociale che vera vocazione, non fu un sacerdote esemplare, e la qualifica di “prete rosso” non gli derivò soltanto dal colore dei suoi capelli.
Leggi tutta la news...

Celebrità e nutrimenti corroboranti

Celebrità e nutrimenti corroboranti

Anche celebri sovrane come Cleopatra e Caterina de' Medici pare ricorressero a rinvigorenti come cardo, scalogno, sedano, fave, cipolle. Caterina Sforza elogiava l'estratto di verga d'asino essiccata, mentre Papa Leone X ricorreva ampiamente all’aiuto delle spezie. La Marchesa de Pompadour, una delle più celebri amanti del re di Francia Luigi XV...
Leggi tutta la news...

Wolfgang Amadeus Mozart i dolci

Wolfgang Amadeus Mozart i dolci

Wolfgang Amadeus Mozart cominciò a comporre e a suonare a cinque anni, esibendosi già all’età di sei in giro per l’Europa. Scrisse musica da camera, sinfonie e grandi opere come ”Le nozze di Figaro" e "Don Giovanni". Nella società di fine ‘700, Mozart si impose come pari fra i pari, svincolando il musicista da un ruolo “servile”. All'epoca, i compositori o i maestri di cappella non potevano partecipare alla tavola del signore...
Leggi tutta la news...

Lucrezia Borgia e le tagliatelle

Lucrezia Borgia e le tagliatelle

“Un radioso sorriso, due trecce bionde, un fazzoletto bordato di perle, una pozione di veleno”. Questa la descrizione di Lucrezia lasciata da un cronista del tempo. Giovane, colta, bella, conosceva il greco, lo spagnolo, l’italiano, il francese, un po’ di latino, e sapeva destreggiarsi con astuzia nei banchetti di corte.
Leggi tutta la news...

Georg Friedrich Handel colazione abbondante

Georg Friedrich Handel colazione abbondante

Se il severo genitore di Händel, che ricopriva contemporaneamente le cariche di medico e di barbiere al servizio del duca di Sassonia, l'avesse avuta vinta, il giovane Georg Friedrich sarebbe divenuto probabilmente avvocato, invece che uno dei massimi compositori del XVIII secolo.
Leggi tutta la news...

Ludovico Ariosto e la rapa

Ludovico Ariosto e la rapa

E’ il più grande dei poeti cavallereschi della letteratura italiana del Rinascimento. Nacque a Reggio Emilia, primo di dieci figli del capitano di quella rocca. Avviato alla pratica militare fu comandante di guarnigione. In seguito, per volere del padre, studiò controvoglia legge all’università di Ferrara, partecipando però anche alla vivace vita di quella corte.
Leggi tutta la news...

Isabella d’Este Gonzaga e i banchetti rinascimentali

Isabella d’Este Gonzaga e i banchetti rinascimentali

Isabella d'Este, che sedicenne andò sposa al marchese Francesco II Gonzaga, è stata considerata la "prima donna" del Rinascimento. Bionda e rotondetta, per il Machiavelli incarnava gli ideali aristocratici del tempo: maestra d'eleganza, scaltra statista, raffinata mecenate, provetta musicista e nello stesso tempo abile erborista.
Leggi tutta la news...

Papa Leone X fra indulgenze e banchetti

Papa Leone X fra indulgenze e banchetti

“Palle! Palle!” fu il grido di giubileo che nel 1513 si sollevò sia a Roma che a Firenze, per indicare che il soglio di Pietro era andato alla famiglia de’ Medici, nel cui blasone comparivano sei palle. Leone X (figlio del Magnifico ) con un precario stato di salute, fu eletto Papa a trentotto anni senza nemmeno essere sacerdote ma solo diacono.
Leggi tutta la news...

Giovanni dalle Bande Nere guerriero gaudente

Giovanni dalle Bande Nere guerriero gaudente

Eccellente condottiero appartenente alla famiglia de Medici, combatté come capitano di ventura al soldo dei diversi potenti dell’epoca. La sua figura d’uomo, avvolta da un alone di leggenda, fu ritenuta dal Machiavelli come quella capace di unificare l'Italia. Ebbe il soprannome “dalle Bande Nere” quando, alla morte del papa Medici Leone X...
Leggi tutta la news...

Carlo V l'imperatore ghiotto

Carlo V l'imperatore ghiotto

Figlio di Filippo il bello arciduca d’Austria, ebbe dalla nonna i Paesi Bassi, dal nonno materno la Spagna con le dipendenze in Italia e America, e dal nonno paterno i domini austriaci. Eletto imperatore d’immensi domini nel 1519, pur dovendo affrontare gravissimi problemi come le pretese Francesi...
Leggi tutta la news...

Niccolò Machiavelli amante dell'osterie

Niccolò Machiavelli amante dell'osterie

Ancora oggi quando si parla di "machiavellismo" si intende una tattica politica che cerca, senza rispettare la morale, di ingrandire il proprio potere ed il proprio benessere, da cui il famoso motto (che pare Machiavelli non abbia mai pronunciato): "Il fine giustifica i mezzi".
Leggi tutta la news...

Cosimo I e la cucina fiorentina

Cosimo I e la cucina fiorentina

Vicino a Firenze, in una villa del Mugello, viveva un giovane di diciotto anni del tutto estraneo alla vita politica. Si chiamava Cosimo e come figlio del condottiero Giovanni dalle Bande Nere apparteneva al ramo cadetto dei Medici. Divenuto nel 1537 signore di Firenze, con nomina ratificata da Carlo V...
Leggi tutta la news...

Michelangelo e il suo scarso appetito

Michelangelo e il suo scarso appetito

Vasari ne "Le Vite" così scrive: "Michelagnolo ragionando col Vasari una volta per ischerzo disse: “Giorgio, sì ho nulla di buono nell'ingegno, egli è venuto dal nascere nella sottilità dell'aria del vostro paese d'Arezzo, così come anche tirai dal latte della mia balia gli scarpegli e 'l mazzuolo con che io fo le figure".
Leggi tutta la news...

Filippo Brunelleschi e l'uovo

Filippo Brunelleschi e l'uovo

“Molti sono creati dalla natura piccoli di persona e di fattezze, che hanno l’animo pieno di tanta grandezza et il cuore di sì smisurata terribilità, che se non cominciano cose difficili e quasi impossibili, e quelle non rendono finite con meraviglia di chi le vede, mai non dànno requie alla vita...
Leggi tutta la news...

Luigi XIV re della tavola

Luigi XIV re della tavola

Luigi XIV aveva un grandissimo appetito, pare dovuto all’intestino più lungo del normale. Tra panettieri, pasticceri, macellai, cuochi, rosticcieri, cantinieri e ortolani erano oltre 500 le persone addette a soddisfare i suoi desideri. I convivi della reggia stupivano per l’abbondanza di cibi, frutti e ortaggi...
Leggi tutta la news...

Giacomo Casanova ghiotto gourmet

Giacomo Casanova ghiotto gourmet

Avventuriero e scrittore veneziano. Frequentò le corti europee sotto varie vesti, lasciando nelle famose Memorie, scritte durante gli ultimi anni della sua vita, un vivace quadro dei costumi e degli intrighi dell’epoca. Casanova nacque da una famiglia di attori e fu avviato alla carriera ecclesiastica, ma all’età di sedici anni venne espulso dal seminario per cattiva condotta.
Leggi tutta la news...

Donatello e la frittata del crocefisso

Donatello e la frittata del crocefisso

Donato de’ Bardi detto Donatello, giovanissimo fu messo dal padre a bottega da un’orefice, iniziando così l’apprendimento di quell’arte, che lo avrebbe portato a diventare uno tra i più grandi scultori della storia. Allievo del Ghiberti, oppose alla tradizione gotica una scelta realistica...
Leggi tutta la news...

Sandro Botticelli e l'osteria delle Tre Rane

Sandro Botticelli e l'osteria delle Tre Rane

Sandro Filipepi detto Botticelli, figlio di un conciatore di cuoio, fu uno dei maggiori pittori del '400 fiorentino. La prima notizia su di lui la fornisce il padre quando, in una dichiarazione del 1458 agli Uffizi del Catasto, fa scrivere: "Sandro, mio figlio, ha tredici anni, sta a legare ed è malsano"...
Leggi tutta la news...

Raffaello Sanzio e il formaggio

Raffaello Sanzio e il formaggio

Raffaello, insieme a Leonardo e Michelangelo, è uno dei giganti del Rinascimento. Nacque ad Urbino e incoraggiato dal padre, anch'egli pittore, cominciò a studiare il disegno e la prospettiva . “Mancino”, eccellente come architetto, a diciassette anni Raffaello era già riconosciuto come un grande...
Leggi tutta la news...

Tiziano e le tavole imbandite

Tiziano e le tavole imbandite

Divin pittore ma anche artista imprenditore. Uomo d'affari scaltro, impegnato nel commercio del legname e nelle compravendite, ma pure consapevole del valore della sua opera e dell'importanza della sua promozione. Già dai suoi contemporanei era considerato un pittore simbolo.
Leggi tutta la news...

Paolo III Papa del buon bere

Paolo III Papa del buon bere

Alessandro, della potente famiglia Farnese, è passato alla storia come uno dei campioni del più sfrenato nepotismo. Tipo energico, dal portamento aristocratico e di buona cultura, ebbe numerosi figli e fama d’impenitente donnaiolo, tanto da farsi soprannominare “Cardinal della Gonnella”.
Leggi tutta la news...

Enrico IV e il pollo in pentola

Enrico IV e il pollo in pentola

Detto “il Grande”, ebbe anche il soprannome di “Vert Galant” ossia “Verde Galante”, per il colore degli abiti preferiti e la grande passione verso le donne. Enrico IV di Francia, già Enrico III di Navarra, aveva doti quali bonomia e semplicità...
Leggi tutta la news...

Ludwig van Beethoven  e i peccati di gola

Ludwig van Beethoven e i peccati di gola

Compositore già a dodici anni, è stato uno fra i più grandi musicisti tedeschi di tutti i tempi. La sua opera influenzò tutta la musica occidentale per larga parte del XIX sec. Aveva una personalità inclassificabile: «Voi mi avete dato l'impressione di essere un uomo con molte teste, molti cuori, molte anime» gli disse Haydn...
Leggi tutta la news...

Papa Clemente VIII e il caffe

Papa Clemente VIII e il caffe

Al contatto con la cultura cattolica, il caffè incontrò diverse opposizioni. Siccome era una preparazione mussulmana, il clero chiese formalmente a Clemente VIII di proibirla. Narra la leggenda che il Papa, famoso per aver mandato al rogo Giordano Bruno e per la riforma dei costumi ecclesiastici, sorseggiando la bevanda avrebbe prima sentenziato...
Leggi tutta la news...

Giorgio Vasari e il banchetto reale

Giorgio Vasari e il banchetto reale

Fu uno dei più importanti architetti e pittori del Rinascimento. Come scrittore realizzò il primo testo della storia dell’arte italiana, “le Vite” dei più eccellenti pittori, scultori, architetti, che abbraccia il periodo che và da Cimabue al XVI sec. Nacque ad Arezzo e fu allievo di vari maestri fra i quali Andrea del Sarto. Visse e lavorò in diverse città italiane, ma soprattutto a Firenze e a Roma.
Leggi tutta la news...

Cristoforo Colombo e prodotti del Nuovo Mondo

Cristoforo Colombo e prodotti del Nuovo Mondo

Il 12 ottobre 1492 segna una svolta importante per il mondo. Fu un “annus memorabilis” per la storia dell’alimentazione europea. Dal nuovo continente giunsero cibi sconosciuti in Europa, ma il loro uso quotidiano non fu immediato. Le ragioni di questo “ritardo” dobbiamo addebitarle prima ancora che al gusto: al clima, al tipo di coltivazioni e al loro utilizzo in gastronomia.
Leggi tutta la news...

Leonardo da Vinci allestitore di banchetti straordinari

Leonardo da Vinci allestitore di banchetti straordinari

"Era tanto piacevole nella conversazione che tirava a se gl'animi delle genti". Vasari così descrive ne "Le vite" Leonardo da Vinci, il veramente mirabile pittore, scultore, teorico dell’arte, musico, scrittore, ingegnere meccanico, architetto, scenografo, maestro fonditore, esperto d’artiglieria, inventore, scienziato.
Leggi tutta la news...

Lorenzo Il Magnifico principe della tavola

Lorenzo Il Magnifico principe della tavola

Lorenzo nella sua opera Il Canto dei Cialdonai da la ricetta per preparare i cialdoni di cui era particolarmente ghiotto. Nei Canti Carnescialeschi e nella Neccia da Barberino parla dei suoi cibi preferiti che si potevano consumare nelle osterie fiorentine: schiacciate, migliacci, castagnacci, aringhe, pancetta, salsicce, fave arrostite, pecorini, cosce di rana...
Leggi tutta la news...

68 articoli (2 Pagine, 50 per pagina)


Pagine: [ 1 | 2 ]