NOTIZIE pasta - cereali


Categoria: pasta - cereali

Tradizione garganelli romagnoli


Il segreto dei “garganelli” sta nello spessore della sfoglia, che una volta tuffata in acqua si deve gonfiare ed arrotondare. Patria natia di questi caratteristici maccheroncini rigati è la Romagna.
Leggenda vuole che durante il giorno di capodanno di alcuni secolo fa, la cuoca al servizio di un ricco signore abbia sbagliato a distribuire l’impasto mentre preparava dei cappelletti. Ritrovandosi ad avere alcuni quadrati di pasta vuoti, per non sprecarli, l’astuta donna rimediò con una brillante trovata: prima arrotolò i pezzi di pasta sul bastoncino di legno usato per attizzare il fuoco, e poi lo passò sul telaio tessile (ce n’era uno in ogni casa). Il risultato fu quello di avere dei maccheroncini rigati, dalla forma irregolare.
Oggi per la preparazione di questa pasta tipicamente campagnola ci si avvale di una bacchettina e di un apposito strumento detto “pettine”, costituito da una serie di fili paralleli tenuti tesi da un piccolo telaio.
Se originariamente i “garganelli” venivano serviti in brodo (cotti in quello di cappone), da qualche lustro, per la loro particolare rigatura, si è preferito sposarli al ragù.
Leggi news pasta Emilia Romagna





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria