NOTIZIE olio - olive


Categoria: olio - olive

Soratte DOP


Già nel 1568 gli oliveti della zona producevano olio di qualità, tanto che l'Architetto Vignola, essendo stato pagato in natura per i suoi servizi, si lamentava che tal volta gli fosse stato dato "dell'olio poco bono", non "como se usa farse in S.to Resto".
Tre secoli dopo, nel 1888, il Marchese Canali partecipava all'esposizione Vaticana in occasione del 50° sacerdotale di Leone XIII con l'olio proveniente dai suoi oliveti del Soratte e naturalmente fu premiato.
I benedettini assegnarono all'olivicultura un ruolo fondamentale nell'economia della zona e non è un caso che le pietre angolari di molte case antiche siano costituite da mole olearie.

La tradizione di quest'olio, che in un testo del 1868, quando il numero di olivi attestato era di 38.000, veniva definito di "buonissima e sopraffina qualità" si è conservata nei secoli.
La denominazione è riservata all'olio prodotto nelle condizioni previste e nella zona definita della provincia di Roma. Si presenta di colore dal giallo a verde chiaro, odore fruttato medio leggero con note vegetali erbacee e sapore leggermente amaro e piccante.
È ottenuto dalle seguenti varietà di olivo: Sirole almeno 10%, Leccino 40%, Frantoio 25% e Reale almeno 5%. Possono concorrere da sole o congiuntamente le olive delle varietà Moraiolo, Pendolino e Rosciola fino a un massimo del 20%.
Leggi news Lazio





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria