NOTIZIE CATEGORIA CIBO E ARTE


Categoria RSS 2.0 | RSS 1.0  
Cibi e bevande rappresentati nell'arte

Cibi e bevande rappresentati nell'arte

Il cibo e il vino sono stati rappresentati nel corso dei secoli grazie a numerose opere d’arte. Osservando un dipinto o un affresco che testimonia un momento conviviale - si scavalcano le porte del tempo: i piatti e le ricette vengono rese immortali, mentre il fortunato spettatore si ritrova ospite della mensa raffigurata.
Leggi tutta la news...

La verdura nell'arte

La verdura nell'arte

Presente già in epoca primitiva nell’alimentazione dell’uomo, la verdura rappresenta simbolicamente la natura che produce generosamente e dona all’uomo cibi preziosi per la sopravvivenza. Nota alla cucina egizia, greca ed etrusca, la verdura fu ampiamente impiegata nella gastronomia romana, come...
Leggi tutta la news...

 Il  vino complice del piacere ne “I Cinque Sensi”  di  Jan Cassiers

Il vino complice del piacere ne “I Cinque Sensi” di Jan Cassiers

Sulla nascita del vino, una leggenda racconta che nel palazzo di Jamsheed – mitico re della Persia – a cui si attribuiva la stessa funzione di Noè nel salvare dal diluvio specie animali e vegetali e, tra queste, la “vitis vinifera”, un recipiente che conteneva uva producesse un liquido che “bolliva”. L’uso di questo liquido, ritenuto velenoso, fu quindi proibito ed il vaso sigillato...
Leggi tutta la news...

Arte: Peccato di gola

Arte: Peccato di gola

La rappresentazione allegorica della gola ha un chiaro valore dottrinario: si tratta di un modello negativo volto a ricordare allo spettatore i rischi che comporta l’eccedere nei cibi. Alle origini l’assunzione del cibo regolata unicamente dal bisogno era contrassegnata da semplicità e parsimonia...
Leggi tutta la news...

Sculture e trionfi di alimenti nel Medioevo

Sculture e trionfi di alimenti nel Medioevo

La passione di arricchire la tavola con creazioni artistiche di pasta o d’altro ingrediente gastronomico risale ai tempi antichi, e il banchetto di Trimalcione ne fornisce un esempio indicativo. L’Italia delle corti medioevali, per distinguersi dai ceti inferiori, si lasciava travolgere dal lusso e dallo sfarzo di banchetti decorati sontuosamente.
Leggi tutta la news...

Colori e forme del cibo medievale

Colori e forme del cibo medievale

I colori avevano grande importanza nella composizione del cibo medievale, un cuoco che per un piatto necessitava del bianco abbinava riso, mandorle o carne di pollo, se invece decideva di usare il giallo usava tuorli d'uovo e zafferano. Le salse poi, che non avevano lo scopo di nutrire...
Leggi tutta la news...

Agnello simbolo sacrificale

Agnello simbolo sacrificale

Presso i greci, dove la pastorizia aveva un ruolo preminente, la carne d’agnello era molto consumata. Nell’Iliade anche Achille è spesso descritto mentre cuoce allo spiedo sulle braci agnelli o capretti, inteneriti precedentemente con la fiamma in bacili bronzei.
Leggi tutta la news...

Il Pesce

Il Pesce

L’abitudine di cibarsi di pesce è antichissima. Popoli di navigatori quali egizi, fenici e cartaginesi erano consumatori di pesce, così come greci, etruschi e romani che lo conservavano in salamoia. Agli ebrei era consentito mangiare il pesce con le squame quale augurio di fecondità...
Leggi tutta la news...

La Frutta secca

La Frutta secca

In epoca dinastica noci e mandorle facevano parte del costume alimentare e fu proprio dalla civiltà egizia che tali frutti penetrarono nella civiltà greca e in quella romana. Nei banchetti dell’antichità la frutta secca faceva parte della secunda mensa, quando i greci cambiavano il piano del tavolo prima si servirla, e i romani sostituivano la tovaglia...
Leggi tutta la news...

La Carne Bovina

La Carne Bovina

Nell’antichità la carne bovina aveva un ruolo centrale nei riti propiziatori ed espiatori, poiché i rituali d’invocazione delle divinità comportavano l’offerta di tale dono. Egiziani, Greci, Etruschi e Romani destinavano alla divinità solo una piccola quantità dell’animale ucciso, il resto veniva...
Leggi tutta la news...

Il Maiale

Il Maiale

Soggetta a diverse valenze simboliche la carne di maiale ha sempre rappresentato un’importante risorsa alimentare, soprattutto per i ceti più umili, anche per la caratteristica d’essere commestibile in tutte le sue parti. Gli egizi ritenevano il maiale portatore di lebbra e ai porcari era proibito l’ingresso nel tempio...
Leggi tutta la news...

Il Pranzo

Il Pranzo

Nell’antichità il pranzo era un pasto sobrio che spesso si consumava fuori casa prima di mezzogiorno, ma che poteva essere anche un’occasione per festose riunioni familiari e amichevoli. Il “Prandium” dei Romani era il primo dei pasti principali, in genere consumato in piedi e dopo il quale non ci si lavava le mani...
Leggi tutta la news...

La Bottega

La Bottega

Quella del venditore ambulante è stata la più antica forma di commercio, ma le botteghe dove si effettuavano la vendita giornaliera degli alimenti esistevano già nella Roma antica. Con il declino dell’Impero e l’imporsi dell’economia feudale si affermò la tendenza a produrre ed elaborare autonomamente le materie prime alimentari, con il conseguente decadimento della bottega...
Leggi tutta la news...

I legumi nell'arte

I legumi nell'arte

I legumi, contengono amido e proteine, erano consumati in gran quantità da greci, etruschi e romani. Nel Medioevo e nel Rinascimento sembra che diventarono cibo prettamente contadino, quasi mai presente alla mensa dei signori, cultori e consumatori di carne d’ogni specie.
Leggi tutta la news...

Crostacei e arte

Crostacei e arte

Presenti sin dall’antichità sulle tavole dei banchetti, aragoste, gamberi e granchi rappresentano l’emblema della rinascita e della resurrezione, ma sono anche simbolo d’instabilità. Presso i romani i crostacei erano cibo prezioso, e tale rimase nella cucina medievale e rinascimentale. Platina, sottolineando come i gustosi crostacei fossero un cibo indigesto...
Leggi tutta la news...

I Molluschi

I Molluschi

Ostriche, vongole e cozze furono introdotte nell’alimentazione umana fin dall’età della pietra. Nell’antica Grecia le ostriche erano un cibo comune, come rivela l’istituzione dell’ostracismo, ossia la pratica di votare l’esilio di un cittadino scrivendone il nome sulla conchiglia. Il latino...
Leggi tutta la news...

La Cena

La Cena

Fin dall’antichità la cena costituiva il pasto più importante della giornata e, pur priva d’aspetti formali, essa era per i greci assai più ricca dei pasti precedenti. Secondo Isidoro di Siviglia (dottore chiesa VII sec.), il termine latino “coena” derivava dal greco “koinon” che significava...
Leggi tutta la news...

La Caffetteria

La Caffetteria

Nell’antica Roma vi erano i “thermopolii”, veri e propri bar con bancone di pietra verso la strada, dove venivano servite le bevande. Attorno al 1554 nacque a Costantinopoli la “caffetteria”, e con la diffusione del caffé ne vennero aperte anche in Occidente. Il primo locale europeo sembra sia stato inaugurato ad Oxford nel 1650...
Leggi tutta la news...

La Prima Colazione

La Prima Colazione

Si tratta di un’usanza conosciuta fin dall’antichità, considerata con il pranzo e la cena uno dei pasti principali che scandivano la giornata. Presso i cristiani l’abitudine della colazione venne meno, seppure venga menzionata dall’esegeta medievale Isidoro di Siviglia, che la definisce...
Leggi tutta la news...

L’Acqua

L’Acqua

Con fuoco, aria e terra, è uno dei quattro elementi e rappresenta un componente fondamentale dell’universo e del corpo umano. L’acqua rimanda per via simbolica alla condizione beatifica delle origini dell’uomo e dell’intera umanità. In epoca romana i cittadini che venivano puniti a morte...
Leggi tutta la news...

Il Picnic

Il Picnic

Col termine francese “piquenique” si definisce il pasto consumato all’aperto durante una passeggiata, al quale ogni convitato contribuisce mettendo a disposizione cibi e bevande. Fra il vero picnic e il mangiare a tavola all’aperto vi è una fondamentale differenza: infatti la seconda ipotesi...
Leggi tutta la news...

Etichetta a tavola

Etichetta a tavola

Rituale comunitario, il pasto e soprattutto il banchetto, posero fin dalle origini problemi di regolamentazione su qualità, quantità e modalità d’assunzione dei cibi.Riconosciuto come rituale comunitario, il pasto conviviale seguì i criteri della cultura cortese, nella quale era fulcro della...
Leggi tutta la news...

La Taverna

La Taverna

Nella Roma antica le tabernae erano luoghi pubblici di pessima reputazione destinati alla plebe, ove oltre a mangiare una pietanza calda, si giocava d’azzardo e si esercitava la prostituzione. Le tabernae recavano esternamente delle insegne fatte di disegni che elencavano i piatti della casa e le specialità...
Leggi tutta la news...

La Cucina

La Cucina

Assente dalle case dell’antica Grecia, ove l’elaborazione del cibo era sacrale e pertanto pubblica, la cucina come locale adibito alla preparazione delle vivande ha tuttavia una storia antica. A partire dal III sec. a.C. le cucine romane erano attrezzate in modo analogo alle attuali...
Leggi tutta la news...

Fiere e Mercati

Fiere e Mercati

La nascita del mercato rappresentò un capitolo significativo nella storia del commercio del cibo. Le fiere nacquero dall’aggregazione di venditori ambulanti che, a scadenze prefissate del calendario civile o religioso, si riunivano per offrire i loro prodotti. Nella Roma antica il mercato era un vero e proprio specchio della potenza economica dell’Urbe...
Leggi tutta la news...

Il Vino

Il Vino

Nella Bibbia il vino è citato numerose volte, ma la sua prima menzione è nella Genesi, a proposito di Noè che si ubriacò, scoprendone così il sapore e gli effetti. I greci dedicarono a Dionisio riti e costumi della vendemmia, poiché il dio aveva insegnato agli uomini la coltivazione della vite. Sin dall’età omerica, nel simposio, il vino seguiva l’ultima pietanza e aveva...
Leggi tutta la news...

Calici cerimoniali

Calici cerimoniali

Nel XVI sec. per le crescenti necessità d’eleganza dei banchetti, si afferma in Europa l’uso del calice cerimoniale. Si tratta di un bicchiere assai decorativo dotato di coperchio, che nella forma e nelle dimensioni mostra chiaramente la sua destinazione a brindisi e celebrazioni religiose...
Leggi tutta la news...

Sculture e trionfi di alimenti nel Rinascimento

Sculture e trionfi di alimenti nel Rinascimento

Con la scoperta dell’America e lo sviluppo delle grandi piantagioni di “canna”, esplose alle corti europee la passione degli ornamenti da tavola in zucchero. Queste arti plastiche riproducendo qualunque oggetto ed immagine, diventarono espressione di raffinatezza e cultura. Grazie agli intensi contatti commerciali con i paesi arabi depositari di quest’arte...
Leggi tutta la news...

La Compagnia del Paiuolo

La Compagnia del Paiuolo

Verso la metà del XVI° sec. a Firenze, come narra il Vasari , fu fondata a Firenze la "Compagnia del Paiuolo", cui aderirono dodici artisti (fra i quali Andrea del Sarto, il Varchi, il Firenzuola). Lo scopo era quello di stupire i commensali con piatti particolari e rime poetiche a frittate, salsicce, poponi e zuppe. Di quest’associazione parla lo storico Giuseppe Conti (1902): "La compagnia del Paiuolo si compose di una brigata di galantuomini...
Leggi tutta la news...

Bartolomeo Bimbi e frutti per Cosimo III

Bartolomeo Bimbi e frutti per Cosimo III

Peccato che Bartolomeo Bimbi si sia limitato, nella sua lunga carriera, a dipingere solo ortaggi, frutta, fiori (e qualche animale), perché, se la sua abilità era così alta come l'ha descritta il Baldinucci avrebbe potuto lasciare una traccia ben più profonda della sua arte. Invece si specializzò e quasi mai uscì da quel binario che la sorte (o il caso) gli aveva riservato: quello di creare in maniera quasi didascalica e illustrativa solo "nature morte".
Leggi tutta la news...

Stoviglie in metalli preziosi

Stoviglie in metalli preziosi

I popoli del passato apprezzavano molto i metalli preziosi, sia per l’effetto scintillante e lussuoso che donavano alla tavola, che per il senso di nitore conferito al cibo. Sulle tavole imperiali dell’antica Roma, quale simbolo di splendore e purezze incorruttibile, facevano bella mostra di se vasi e piatti in argento o oro. Durante il Medioevo l’esegesi biblica assegnò a ciascuno di questi materiali un proprio significato...
Leggi tutta la news...

Allestimento o apparecchiatura della tavola

Allestimento o apparecchiatura della tavola

L'apparecchiatura è il termine che indica la disposizione preventiva di tutti gli oggetti che occorrono per uno svolgimento lineare e fluido del servizio in tavola. La "messa a posto" (mise en place dei francesi) dipende dal menù e dalle vivande presenti. L’apparecchiatura vera e propria della tavola, come la si intende oggi, si può dire cominci nella tarda età repubblicana di Roma...
Leggi tutta la news...

La Frutta

La Frutta

Con l’evoluzione della civiltà l’uomo imparò a coltivare la frutta. Molte specie giunsero in Occidente dall’Oriente e dall’Africa. Nell’antichità la frutta, fresca o secca, veniva consumata dai greci e dai romani a colazione e per concludere la cena. In epoca cristiana la frutta divenne alimento comune sia cotto che crudo, e nel Medieovo i banchetti si terminavano con questi prodotti del bosco...
Leggi tutta la news...

Cinque sensi

Cinque sensi

L’allegoria dei cinque sensi è un soggetto carico di ambiguità. Esso illustra la funzione dei sensi nell’umana fisiologia, ma al contempo ammonisce sugli effetti fuorvianti di tale seduzione.
I cinque sensi sono finestre d’accesso al mondo dalle quali riceviamo conoscenze diverse che dobbiamo in
Leggi tutta la news...

L’Aceto

L’Aceto

L’aceto inizialmente si manifestò come lo spontaneo e inatteso prodotto di un cattivo invecchiamento del vino. Plinio racconta l’episodio del banchetto di Cleopatra, durante il quale la regina, per tenere fede ad una scommessa, giunse a sciogliere la perla del suo orecchino in un bicchiere d’aceto...
Leggi tutta la news...

Il Refettorio

Il Refettorio

Il rapporto del monaco con il cibo è sottoposto ad un rigido regolamento e caricato dei valori simbolici cristiani. La raffigurazione del refettorio, la sala del monastero riservata al consumo collettivo dei pasti, aveva la funzione di ricordare i precetti spirituali, dietetici e comportamentali connessi al cibo. Il convento è il luogo ove il piacere alimentare viene istituzionalmente ridotto al minimo, dal momento che fin dalle origini del cristianesimo...
Leggi tutta la news...

La Sala da pranzo e da banchetto

La Sala da pranzo e da banchetto

Nei palazzi gentilizi dell’antica Roma varie sale erano destinate al consumo dei pasti, ma dopo la caduta dell’Impero questi spazi divennero una rarità. Il graduale processo di riseparazione fra il luogo dell’elaborazione del cibo (cucina) e quello destinato al suo consumo cominciò all’inizio del Rinascimento. Nel XV sec. il Platina affermava che la mensa doveva essere...
Leggi tutta la news...

Nature morte e tavola

Nature morte e tavola

Nel XVII sec. la natura morta era molto richiesta per il suo carattere decorativo, ma occupava l’ultimo posto nella graduatoria dei temi figurativi, dopo le pale d’altare, i soggetti a carattere storico, i paesaggi e i ritratti.
Solo pochi artisti si dedicarono interamente a questo genere scarsa
Leggi tutta la news...

38 articoli (1 pagina, 50 per pagina)


Pagine: