NOTIZIE usi - costumi


Categoria: usi - costumi

Tradizionali giochi gastronomici di Natale


Nei tempi antichi molti erano anche i giochi gastronomici collegati al natale. Dopo la cena della vigilia, i presenti in casa facevano il gioco della ventura, (tombola primitiva di usanza secolare). Entro un recipiente chiuso, venivano messi tanti marroni cotti, quanti erano i membri della famiglia, più uno. In una delle castagne veniva introdotto un fuscello e in un’altra una moneta. Si cominciava poi l’estrazione fatta dal minore d’età. Il primo marrone estratto era assegnato ai poveri, gli altri per ordine d’anzianità. Chi otteneva il marrone col fuscello, riceveva in dono un pollo, chi veniva in possesso di quello con la moneta, se la teneva. Nel caso che uno di questi marroni privilegiati fosse assegnato ai poveri, il dono era inviato alla persona più bisognosa conosciuta dalla famiglia.

Nel mezzogiorno si faceva il “gioco delle nocciole”, che consisteva nello spingere le “palline” dentro un’apposita fessura. Vinceva un premio gastronomico, carne affumicata o frutta, chi riusciva nell’impresa dalla maggiore distanza. Durante le festività natalizie, a qualunque gioco si giocasse, il premio era sempre inteso come “viatico” di buona fortuna.

Leggi news tradizioni
Leggi news pan dolce





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria