NOTIZIE templari e dieta


Categoria: templari e dieta

Precettorie rurali


L'Ordine creò in Occidente una rete di precettorie rurali capaci di produrre quanto veniva consumato in Oriente, linea del “fronte di guerra”.
La commanderia tipo possedava la connotazione di una vera e propria azienda, le cui attività principali erano la coltivazione e l'allevamento.
Amministrativamente autosufficiente aveva produzioni diverse in funzione della zona dove era ubicata.
Nelle “grangie” (fattorie), lavoravano direttamente gli uomini dell’ordine secondo il modello cistercense. Nei campi si impegnavano prevalentemente i “fratelli di mestiere”, ma se c’era necessità si ricorreva a manodopera servile o alla concessione delle terre a “conductores”.
Quasi ovunque venivano coltivavati cereali e legumi. L’allevamento più diffuso era quello di maili (carne), bovini (forza lavoro), ovini (lana, latte e formaggi).
Il sud dell'Italia e le regioni meridionali della Francia producevano il vino migliore e l'olio più buono. Dalla Spagna, dalla Camargue e dall'altopiano del Larzac provenivano i cavalli più idonei al combattimento.
Sodisfatti i bisogni di sopravvivenza della precettoria, le eccedenze venivano inviate al Tesoro del Tempio in natura oppure trasformate in denaro.
I Templari preposti alla conduzione dell’azienda, solitamente dei sergenti, erano sottoposti a ispezioni da parte dell’Ordine, che controllava la produzione, le spese effettuate, la contabilità e i prodotti immagazzinati. In caso di mancanze o di irregolarità il precettore veniva punito ed immediatamente sostitutito.
Leggi news alimentazione Templari
Leggi news Tacuinum Templare
Leggi ricetta
VIDEO Templari





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria