NOTIZIE dolci


Categoria: dolci

Storia pan di spezie


La sua lontana origine potrebbe essere indiana o persiana. Gli antichi Greci ne erano golosi: sappiamo che lo chiamavano “melitales”, ma è impossibile stabile quali spezie entrassero in questo impasto di cereali dolcificato con il miele.
Secondo la leggenda, il pan di spezie si diffuse nell’Europa occidentale nel X sec. ad opera di san Gregorio, vescovo d’Armenia rifugiatosi in Francia, che era solito offrirlo a tutti coloro che gli facevano visita.
Il pan di spezie si impose rapidamente nell’Europa del Medioevo. L’impasto era elaborato con farina di segale, miele, anice, coriandolo, cannella, zenzero (gli inglesi lo chiamano ancora ginger bread, pane allo zenzero), e altre spezie a seconda di gusti e disponibilità.
Si diffuse l’uso di dare ai pani le forme più disparate, spesso oscene, come falli per guarire l’impotenza, seni per garantire il latte alle puerpere. I venditori di pan di spezie erano presenti in tutte le fiere e i mercati. Alcuni ordini religiosi elaboravano la propria ricetta speciale, dando ai pani la forma di monache o fraticelli.
L’antica tradizione del pan di spezie è ancora oggi viva nell’Europa del Nord e nell’Europa centrale. Nelle fiere di paese di queste aree e facile trovare pan di spezie a forma di cuore o maialino.
Tutt’oggi in Ungheria si fanno cuori di pan speziati con un piccolo specchio al centro: ogni innamorato ne regala uno alla sua bella perché possa vedere riflesso il volto di colei che regna nel suo cuore.

Leggi ricetta

Leggi news pane certosino

Leggi news spezie





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria