NOTIZIE CATEGORIA DOLCI


Categoria RSS 2.0 | RSS 1.0  
Storia ciaramicola umbra

Storia ciaramicola umbra

La ciaramicola rientra nel gruppo delle ciambelle lievitate. È tradizionalmente il dolce tipico umbro del periodo pasquale, che sopratutto in passato veniva donato dalle ragazze in età da marito ai propri innamorati. Un testo di cucina ci informa che nel 1431 a Gubbio, dove il nome è leggermente deformato in ciaramigola, il camerlengo stanziò una forte somma...
Leggi tutta la news...

Storia dolcetti di marzapane e frutta di Martorana

Storia dolcetti di marzapane e frutta di Martorana

Forse la più antica e famosa preparazione fatta con questa pasta è la Frutta di Martorana, che vide la luce ufficialmente a Palermo, nel convento annesso alla chiesa. Con il marzapane le suore confezionavano piccoli dolci, che imitavano in modo sorprendente frutti d'ogni tipo dai colori...
Leggi tutta la news...

Storia colomba pasquale

Storia colomba pasquale

Questo dolce di pasta lievitata, che chiude tradizionalmente il pranzo pasquale, sembrerebbe abbia radici nell’epoca medioevale. I suoi primi ingredienti erano molto semplici: uova, farina, lievito e miele. Tra le leggende che circolano sulla sua nascita ve ne raccontiamo due. La prima ha come protagonista re Alboino che, conquistata Pavia...
Leggi tutta la news...

Storia pane certosino

Storia pane certosino

Detto anche panspeziale, alimento a lunga conservazione a base di frutta secca e candita, mangiato a fette sottili. La ricetta originale è molto antica e risale al Medioevo quando era fatta dagli speziali. Successivamente, in seguito al passaggio della sua preparazione ai frati certosini di Bologna, il dolce avrebbe cambiato nome prendendo quello della comunità monastica...
Leggi tutta la news...

Storia spongata emiliana

Storia spongata emiliana

Il nome sembra derivi da “spongia” (spugna) in quanto la parte esterna della torta si presenta piuttosto irregolare e bucherellata, proprio come una spugna. Piatta e rotonda è fatta con pasta sottile e croccante, farcita di miele, frutta secca, canditi e spezie. La ricetta di questa preparazione emiliana natalizia risalirebbe al ‘300...
Leggi tutta la news...

Ricciarelli di Siena IGP

Ricciarelli di Siena IGP

I Ricciarelli di Siena IGP sono prodotti dolciari ottenuti dalla lavorazione di un impasto cotto al forno a base di mandorle, zuccheri e albume d'uova. Questi dolcetti sono caratterizzati da un impasto particolarmente morbido, il cui colore bianco è dovuto esclusivamente alla presenza dello zucchero, mentre sono assolutamente assenti farine o fecola di patate...
Leggi tutta la news...

Storia gubana friulana

Storia gubana friulana

E' un dolce tipico friulano fatto a forma di chiocciola e preparato con pasta dolce lievitata ripiena di noci, uvetta, pinoli, zucchero, liquore, scorza di limone. Decisiva per la sua buona riuscita è la cottura, un tempo fatta nei forni pubblici. Le radici della Gubana sono sopratutto legate alle celebrazioni religiose e alle grandi feste (Natale, Pasqua, matrimonio)...
Leggi tutta la news...

Storia del torrone

Storia del torrone

Oggi è possibile trovare il torrone fra le tipicità di molte regioni italiane delle feste natalizie. Sembra che il termine provenga dal latino “torreo” (abbrustolire) con riferimento alla tostature delle mandorle e delle nocciole. Diverse le teorie circa la sua origine. Si ritiene che possa derivare da una preparazione di miele, albume e mandorle presente nell'antica Roma...
Leggi tutta la news...

Storia del buccellato

Storia del buccellato

Il nome deriva dal latino “buccellatum” cioè: “pane da trasformare in buccelli, piccoli tozzi, bocconi”. Interessante l’etimologia ella parola: la “buccina” era la tromba ricurva utilizzata dai legionari romani, da questo, proprio per intendere la forma rotonda, si ricavò il termine “buccella”, che indicava il pane a ciambella che gli imperatori distribuivano al popolo...
Leggi tutta la news...

Storia dei panpepati o pampepati

Storia dei panpepati o pampepati

Il panpepato, o pampepato, è un dolce di forma tondeggiante (o di pepita), tipico di Terni e Ferrara. È composto secondo tradizione da vari ingredienti: mandorle, nocciole, pinoli, pepe, cannella, noce moscata, arancia e cedro canditi, uva passa, il tutto impastato con o senza cacao, cioccolato, caffè, liquore, miele, farina, mosto cotto d'uva...
Leggi tutta la news...

Storia panforte di Siena IGP

Storia panforte di Siena IGP

Il Panforte di Siena IGP è un dolce della tradizione senese a base di frutta secca e candita, miele e spezie, che può presentarsi nella versione bianca, ricoperto di zucchero a velo, o in quella nera, con copertura di spezie. La storia del Panforte di Siena IGP risale al periodo medioevale. Conosciuto e apprezzato quando Siena era snodo strategico del commercio delle spezie lungo la via Francigena...
Leggi tutta la news...

Storia pan di spezie

Storia pan di spezie

La sua lontana origine potrebbe essere indiana o persiana. Gli antichi Greci ne erano golosi: sappiamo che lo chiamavano “melitales”, ma è impossibile stabile quali spezie entrassero in questo impasto di cereali dolcificato con il miele. Secondo la leggenda, il pan di spezie si diffuse nell’Europa occidentale nel X sec. ad opera di san Gregorio, vescovo d’Armenia rifugiatosi in Francia...
Leggi tutta la news...

Storia nadalin di Verona

Storia nadalin di Verona

È il dolce regalato ai bambini che con i canti allietavano le strade e le piazze di Verona durante le feste di Natale. Dalla sua ricetta pare che sul finire dell'Ottocento sia nato il pandoro. L’origine di questa preparazione, è legata ai Della Scala, che nel 1260 avrebbero dato incarico a un pasticcere di corte di inventare un dolce simbolo della grandezza della città scaligera...
Leggi tutta la news...

Storia della crostata dolce o salata

Storia della crostata dolce o salata

È una preparazione che viene cotta in forno nell’apposito stampo, di solito di forma rotonda, costituita da una crosta di pasta, generalmente frolla, che viene ricoperta prima o dopo la cottura con marmellata, frutta, crema o altri ingredienti...
Leggi tutta la news...

Offelle dolci o salate

Offelle dolci o salate

Il nome di questo dolcetto farcito deriva dal latino “offa” una piccola focaccia a base di farro di origine antichissima. Il termine era anche utilizzato per sottintendere un pagamento o un vantaggio offerto a qualcuno per ottenere dei favori. Quest'ultima valenza della parola era collegata anche alla “offa sacra” dell'antica Roma...
Leggi tutta la news...

Storia dei canditi

Storia dei canditi

Sono il risultato dell’operazione di canditura della frutta, consistente nella sua prolungata e ripetuta immersione in una soluzione di zucchero resa via via sempre più satura con il riscaldamento. Nella lingua italiana il termine Candito potrebbe evocare il “candore” dello zucchero raffinato, ma in passato la denominazione oscillava tra “candito” e “condito”...
Leggi tutta la news...

Storia della zucchero

Storia della zucchero

Greci e Romani conoscevano lo zucchero, importato dall’Oriente in piccole quantità, ed impiegato esclusivamente a scopi terapeutici. Furono gli Arabi che lo introdussero in Spagna e Sicilia intorno all'anno mille, e la sua parziale diffusione nella nostra penisola avvenne grazie alle Repubbliche Marinare.
Leggi tutta la news...

Canestrelli simboli di abbondanza

Canestrelli simboli di abbondanza

Tipici di Liguria e Piemonte si presentano in diverse versioni. L'etimologia del nome é incerta. Alcuni lo fanno derivare dalla parola canestro, ossia il cesto di paglia o vimini, nel quale i biscotti venivano posti a raffreddare per poi essere offerti in occasione di feste civili o religiose. Altri ritengono che il termine sia da mettere in relazione con la forma dello stampo in cui i dolcetti si cuocevano...
Leggi tutta la news...

Storia dei biscotti italiani

Storia dei biscotti italiani

L’uso del pane cotto due volte, o panis siccus o biscotus (latino tardo medievale) accompagnò anche le spedizioni Crociate in Terrasanta come i lunghi percorsi sulla via delle sete o i viaggi di esplorazione marina.
Marco Polo ci parla dei biscotti, riportando l’usanza di un popolo lontano che sottoponeva il pesce ad un trattamento simile a quello del pane...
Leggi tutta la news...

Dolci tradizionali Umbria

Dolci tradizionali Umbria

La tradizione dolciaria dell’Umbria rimanda soprattutto al Medioevo con Panpepati, Focacce lievitate, e dolci dai ripieni speziati, bagnati da vini passiti. In questa regione è possibile rintracciare anche delle delizie legate a credenze religiose, che vedevano di buon auspicio la preparazione...
Leggi tutta la news...

Fichi chini a crocette

Fichi chini a crocette

La preparazione dei fichi chini, cioè ripieni di frutta secca, era già conosciuta all'epoca dei Romani. Nel Medioevo questa ricetta divenne il dolce tipico del Natale calabrese, grazie alla forma di croce ottenuta incrociando quattro fichi aperti a meta, farciti e sovrapposti...
Leggi tutta la news...

Storia del frustingo

Storia del frustingo

questa ricetta è divenuta meno misera, arricchendosi di nuovi e più ricercati ingredienti. Il fristingo è un dolce natalizio marchigiano a base di fichi secchi. Ha l'aspetto di una torta bassa e compatta, di colore tendente al vinaccia se all’impasto viene aggiunto mosto cotto, di tonalità bruna in caso siano presenti caffè o cacao. È un dolce a lunga durata...
Leggi tutta la news...

Savoiardi biscotti dalle origini regali

Savoiardi biscotti dalle origini regali

I Savoiardi sono dei biscotti molto leggeri e friabili, di forma oblunga, preparati con un impasto nel quale gli albumi, montati separatamente a neve, apportano una notevole leggerezza. Durante la cottura, le bollicine d'aria si dilatano facendo gonfiare i biscotti, che così assumono la tipica...
Leggi tutta la news...

Nepitelle

Nepitelle

Sono dolcetti farciti di origine greca che si fanno in Calabria in occasione della Pasqua. Il nome deriva dal latino “nepitedum” (palpebre degli occhi), perché la forma di queste preparazioni ricorda quella di un occhio chiuso.
Dolci tradizionali della provincia di Catanzaro e Crotone presentano alcune varianti, soprattutto nella parte ripiena...
Leggi tutta la news...

Dolci tradizionali Calabria

Dolci tradizionali Calabria

La Calabria è una terra a sviluppo verticale, nella quale in un batter d’occhio si passa dalla macchia mediterranea ai boschi di montagna. Qui si hanno le colture della liquirizia, del cedro e del bergamotto (vanto esclusivo dell’area), con fichi, mandorle, uva passa, che assieme a castagne, miele, noci e nocciole formano il repertorio dei frutti dell'area...
Leggi tutta la news...

Cartellate aureole divine

Cartellate aureole divine

Frinzele, scartagghiate, crùstoli, sono solo alcune delle diverse varianti dialettali utilizzate per nominare queste frittelle ripiene, ritenute il più tipico dolce natalizio pugliese. La loro radice si perde nella notte dei tempi, come testimonierebbe una pittura rupestre del VI sec. a.C...
Leggi tutta la news...

Croccante alle mandorle

Croccante alle mandorle

L'area di nascita di questo dolce, apprezzato da grandi e piccini, è abbastanza controversa. Alcuni studiosi, basandosi su di un testo iberico della seconda metà del XV secolo, ne attribuirebbero la paternità ai pasticceri spagnoli. Molti altri ricercatori sostengono invece che questa preparazione abbia origini nel sud Italia, dove sarebbe nata intorno al XIII sec. come derivazione di una golosità araba fatta a base di mandorle, miele e spezie...
Leggi tutta la news...

Rocciata

Rocciata

È una preparazione tradizionale delle regioni Umbria e Marche. Conosciuta con il nome di rocciata nelle zone di Foligno, Assisi e Spello, ma chiamata “attorta” nella montagna folignate a Trevi e Spoleto. Questo rotolo di sottile pasta sfoglia farcita di noci e mele prende il nome dalla sua forma “arrociata” (torta)...
Leggi tutta la news...

Copuleta sarda

Copuleta sarda

Diffuse in ogni provincia della Sardegna, hanno un’origine centenaria legata alle ricorrenze di battesimi e matrimoni. Dolce diffuso in tutta l'isola e molto spesso banalizzato. Ho letto su una confezione di dolci de sas copuletas di Ozieri, che il nome deriva dal latino “copulare” e che era donato agli sposi la notte delle nozze...
Leggi tutta la news...

Dolcetti pupazzi e bambole

Dolcetti pupazzi e bambole

Nelle fiabe di ogni latitudine, è molto frequente la figura del pasticciere che, come ne “La donna di legno” o “La statua di cera”, desiderando tanto una figlia e non potendola avere, fa una bambola di pasta così bella da sembrare una vera bambina. A questo punto, al pari di quanto avviene per...
Leggi tutta la news...

30 articoli (1 pagina, 50 per pagina)


Pagine: