NOTIZIE CATEGORIA CIBI TRADIZIONALI


Categoria RSS 2.0 | RSS 1.0  
Storia e proprietà rapa di Caprauna

Storia e proprietà rapa di Caprauna

Tra Piemonte e Liguria si trova Caprauna, in Alta Val Tanaro, a circa 900 metri di altitudine. Area di confine contesa sin dall’XI sec. è caratterizzata dalla presenza di numerose opere di architettura rurale (ponti, lavatoi, piloni, piccoli rifugi) e da un incredibile estensione di antichi terrazzamenti.
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà zafferano di Sardegna DOP

Storia e proprietà zafferano di Sardegna DOP

Si ritiene che questa pianta fosse già conosciuta nel Campidano ai tempi dei Romani. Ciò che resta è un’iscrizione funeraria del I sec. d.C. a Cagliari, nella Grotta della Vipera, che recita: "Dalle tue ceneri, o Pontilla, germoglino viole e gigli, e possa tu, così rivivere nelle foglie delle rose, dello zafferano profumato, dell’amaranto che non muore".
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà tinca di Ceresole d'Alba

Storia e proprietà tinca di Ceresole d'Alba

Parente di carpa, barbo, cavedano e arborella, la tinca dalla forma gibbosa e dalla livrea dorata – detta appunto «gobba dorata» – è allevata da sempre negli stagni del Pianalto di Poirino. In quest’area, ai confini tra le province di Torino, Cuneo e Asti, esistono numerosi laghetti artificiali già dal XIII secolo...
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà cece di Cicerale

Storia e proprietà cece di Cicerale

Il nome Cicerale e il blasone comunale di questo paese, testimoniano una produzione importante sin dal Medioevo: “terra quae cicera alit” (terra che nutre i ceci), recita lo stemma del paese che raffigura anche una pianta di ceci intrecciata con una graminacea. E ancora oggi nei terreni di Cicerale si produce una varietà locale di piccoli ceci rotondi, dal colore leggermente più dorato rispetto a quelli comuni...
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà alici di menaica

Storia e proprietà alici di menaica

l rito della pesca delle menaiche, praticato, ormai, solo da una piccola flotta di gozzi di Marina di Pisciotta, risale all’epoca classica e si è mantenuto inalterato nei secoli. Di notte, alla luce delle stelle e della luna, quando il mare è molto calmo, i pescatori escono in gozzo e gettano a mare delle reti artigianali, dette per l’appunto “menaiche”...
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà anguilla della Tuscia

Storia e proprietà anguilla della Tuscia

La testimonianza più celebre su questa anguilla è quella di Dante nella Divina Commedia che la cita parlando del suo più celebre estimatore, Papa Martino IV. Citazione letteraria a parte, la pesca nei laghi del nord del Lazio, soprattutto dell’anguilla è una pratica che vanta secoli di storia e una tecnica di pesca ancora completamente tradizionale.
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà scalogno di Campodimele

Storia e proprietà scalogno di Campodimele

A differenza degli altri scalogni, formati da un insieme di bulbi a spicchi, racchiusi da tuniche protettive che formano un involucro color marrone-rosso, quello di Campodimele, in provincia di Latina, ha un solo bulbo e la pellicola bianca. Assomiglia ad un piccolo porro. Fresco, in particolare, viene utilizzato nella preparazione dell’omonima zuppa locale...
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà albicocca di Galatone

Storia e proprietà albicocca di Galatone

Tra i prodotti più apprezzati c’erano le albicocche che appartenevano a una varietà molto precoce, di piccole dimensioni, grossa quanto una noce e molto profumata, con screziature scure simili a lentiggini vicino al peduncolo. “Li pitta Santo Luca” (li dipinge San Luca) dicevano gli anziani ai bambini quando chiedevano ragione della colorazione insolita...
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà pistacchio Verde di Bronte DOP

Storia e proprietà pistacchio Verde di Bronte DOP

Il Pistacchio Verde di Bronte DOP ha forma di semi allungati e poco compressi, delle dimensioni di un'oliva. Il colore del frutto sgusciato è rosso rubino esternamente e verde smeraldo internamente. Il sapore è fortemente aromatico. La pianta di pistacchio fu introdotta in Sicilia dagli Arabi durante il periodo della loro dominazione, nei secoli VIII e IX. La longevità e la capacità di resistere a condizioni ambientali...
Leggi tutta la news...

 Storia e proprietà cipolla di Certaldo

Storia e proprietà cipolla di Certaldo

La cipolla di Certaldo si può considerare un elemento fondante dell’identità cittadina. Simbolo e bandiera di una civiltà contadina di antichissime tradizioni. “Certaldo è un castello di Val d’Elsa posto nel nostro contado... Nel quale usò un lungo tempo d’andare ogn’anno una volta, un de’ frati...
Leggi tutta la news...

Storia lenticchia di Ustica

Storia lenticchia di Ustica

Nella piccola isola siciliana crescono le lenticchie più piccole d’Italia, coltivate sui terreni lavici e fertili con tecnica completamente manuale. Si seminano a gennaio e si raccolgono nella prima metà di giugno. Non si utilizzano né concimi, né erbicidi: le erbette infestanti sono tolte con una zappetta. Le piantine, lasciate seccare...
Leggi tutta la news...

Mandorlato di Cologna Veneta

Mandorlato di Cologna Veneta

Anche se il suo nome viene spesso riferito, in modo generico, a vari tipi di torrone, il mandorlato o mandolato è una specialità preparata in Veneto che caratterizza tutte le fiere e le sagre del periodo di Natale, a partire dal 21 novembre (festa della Madonna della Salute) per arrivare a fine anno...
Leggi tutta la news...

Razza modicana

Razza modicana

Presente da secoli in Sicilia, la modicana è una razza bovina dal caratteristico mantello rosso, con sfumature dal vinoso al nero (soprattutto nei maschi). Il dibattito sul suo arrivo sull'isola è ancora irrisolto: secondo alcuni è giunta dal Mediterraneo, secondo altri dall'Europa continentale, a seguito di Normanni e Angioini. In ogni caso, è allevata da sempre: in pratica da quando la Sicilia è popolata...
Leggi tutta la news...

Susianella di Viterbo

Susianella di Viterbo

È un insaccato tradizionale, tipico della città di Viterbo, la cui produzione era legata in passato ai soli mesi invernali, da novembre a marzo. Tratto da una ricetta che sembra risalga alla civiltà etrusca, trovò la sua celebrità tra l’XI e il XV secolo, quando si diffuse la lavorazione delle frattaglie...
Leggi tutta la news...

Vacca Rossa Reggiana

Vacca Rossa Reggiana

Le sue origini, che risalgono all’anno Mille, sono probabilmente in Pannonia, l’attuale Ungheria, dalla quale giunse al seguito delle invasioni Longobarde. Questa ipotesi è rafforzata dalle somiglianze evidenti tra la Rossa Reggiana e alcune razze dal mantello fromentino presenti in Ucraina e nella Russia Centrale...
Leggi tutta la news...

Termite di Bitetto

Termite di Bitetto

L'oliva dolce "Termite di Bitetto", prodotto di olivicoltura per frutti da mensa, da tempo è riconosciuta per le sue particolari caratteristiche organolettiche quali il sapore, la fragranza, la polpa consistente, la forma tondeggiante, il colore preminentemente verde. La varieta' di olive da tavola 'Termite di Bitetto' si coltiva prevalentemente...
Leggi tutta la news...

Cuddrireddra di Delia

Cuddrireddra di Delia

A Delia questa parola dal suono duro indica un dolce buonissimo: un biscotto a forma di bracciale il cui nome risale al greco kollura (cioè focaccia, pane biscottato di forma solitamente anulare). Nei vocabolari dialettali cuddrireddra sta per focacciuola, schiacciatina modellata a foggia di baco ravvolto, o piccola rotellina di pasta a forma di anello o corona. In Sicilia, e un po’ in tutto il sud Italia...
Leggi tutta la news...

Capra Girgentana

Capra Girgentana

È inconfondibile per le lunghissime corna a spirale (o a turacciolo). La sua origine è incerta, secondo alcuni va ricercata fra le capre del Tibet (nella zona dell’Himalaya), altri viene ricollegata alla Mark-hor dell’Afghanistan settentrionale e del Belucistan. L’importazione dei primi soggetti asiatici è attribuita agli Arabi (nell’800 d.C.)...
Leggi tutta la news...

 Vecchie varietà di mele piemontesi

Vecchie varietà di mele piemontesi

Pare che la coltivazione del melo in Piemonte sia stata importata dai Romani, colonizzatori dell’area verso il 100 a.C. Le prime notizie su una vera e propria frutticoltura o, meglio, pomicoltura, le troviamo nell’Alto Medioevo presso i monasteri, nei cui orti si conservavano le specie già conosciute e si sperimentavano incroci per rendere i frutti più appetibili...
Leggi tutta la news...

Montébore

Montébore

Montébore è un paesino della Val Curone, ubicato in un angolo del Tortonese. La sua fama è legata a una formaggetta di latte vaccino e ovino dalla storia antichissima. Già nel XII secolo un ricco tortonese ne mandava ben cinquanta pezzi in dono a un alto prelato per perorare la promozione del fratello prete...
Leggi tutta la news...

Soppressata di Gioi

Soppressata di Gioi

Della soppressata di Gioi si parla già nel Compendio di agricoltura pratica edito nel 1835, che così introduceva il salume: « ...tra le soppressate si lodano molto quelle di Noia, ma eccellenti sono quelle del Cilento, e spezialmente delli Gioi, nel Principato Citra...». Si sottolinea anche l’antica tradizione, che vede la produzione...
Leggi tutta la news...

Colatura tradizionale di alici di Cetara

Colatura tradizionale di alici di Cetara

Poche sfiziosità vantano una così nobile ascendenza quale la colatura di alici: bisogna risalire ai banchetti imperiali narrati da Plinio, dove il garum era protagonista indiscusso delle portate. Questo liquido ambrato, molto simile al garum romano, si ottiene dal processo di maturazione delle alici sotto sale, seguendo un antico procedimento tramandato di padre in figlio dai pescatori di Cetara.
Leggi tutta la news...

Graukäse della Valle Aurina

Graukäse della Valle Aurina

Il formaggio grigio o Graukäse” della Valle Aurina appartiene alla famiglia dei “Sauerkäse” diffusi nell’arco alpino tirolese, formaggi a coagulazione acida che non prevedono l’utilizzo del caglio. D’origine antichissima, pre-tecnologica, il Formaggio Grigio è collocato nel ristretto novero dei prodotti di sussistenza della magra economia montanara di un tempo.
Leggi tutta la news...

Razza suina Mora Romagnola

Razza suina Mora Romagnola

In Italia esistono ancora 5 razze suine autoctone ufficialmente riconosciute. Nel registro anagrafico vi sono: Calabrese, Casertana, Cinta senese, Nero delle Madonie e Mora Romagnola. Le caratteristiche estetiche di quest’ultima sono: pelo marrone scuro che tende al nero (da cui il nome di “mora”), particolare taglio a mandorla degli occhi e presenza...
Leggi tutta la news...

Razza bovina Romagnola

Razza bovina Romagnola

La storia della razza bovina Romagnola ha origini antichissime: probabilmente i suoi antenati arrivarono in Italia con i Longobardi o i Goti, attorno al IV secolo d.C. Riconoscibile dal mantello grigio-chiaro tendente al bianco (in particolare nelle femmine) con sfumature grigie in diverse regioni del corpo, la Romagnola ha un notevole sviluppo muscolare e arti robusti.
Leggi tutta la news...

Gallina Padovana

Gallina Padovana

La sua origine non è chiara, ma fra tutte le ipotesi c’è una più probabile di altre. Nel Trecento il marchese Giacomo Dondi dall’Orologio, medico e astronomo padovano, durante una visita in Polonia, ne avrebbe comperato alcuni capi per arricchire il giardino della sua villa gentilizia. La Padovana ha una lunga barba, un ciuffo di penne che si aprono a corolla e le piovono...
Leggi tutta la news...

Caciocavallo Podolico della Basilicata

Caciocavallo Podolico della Basilicata

Il caciocavallo è il simbolo della storia casearia meridionale. Nasce dalla tecnica “a pasta filata” che il Sud Italia ha messo a punto nel corso dei secoli per garantire conservabilità ai formaggi di latte vaccino. La cagliata, ottenuta mediante riscaldamento e coagulazione del latte, subisce una seconda cottura, sino a che diventa elastica e può essere manipolata senza rompersi.
Leggi tutta la news...

27 articoli (1 pagina, 50 per pagina)


Pagine: