NOTIZIE CATEGORIA SALUMI E CARNE


Categoria RSS 2.0 | RSS 1.0  
Storia e proprietà porchetta di Ariccia IGP

Storia e proprietà porchetta di Ariccia IGP

Ariccia è una delle località più conosciute e popolari posta a breve distanza da Roma, dove a differenza di altri paesi limitrofi il legame con la porchetta e la sua produzione vanta una tradizione millenaria. Infatti, non solo si attribuisce ad Ariccia l’origine dei sacerdoti che lavoravano e preparavano le carni suine da offrire in sacrificio nel tempio di Giove Laziale sul vicino Monte Cavo...
Leggi tutta la news...

Storia e proprietà mortadella di Prato IGP

Storia e proprietà mortadella di Prato IGP

Questa mortadella Toscana nacque dall’esigenza di usare al meglio i tagli suini di seconda scelta e le carni scartate nella preparazione dei salumi. Secondo tradizione fu agli inizi del ‘900, che a Prato e in alcune zone della provincia di Pistoia, si iniziò a insaccare queste carni, a conciarle con spezie e liquori, e a cuocerle in acqua.
Leggi tutta la news...

Storia salame Piemonte IGP

Storia salame Piemonte IGP

Numerosi riferimenti storici, già dalla fine del Settecento, dimostrano come la pratica della produzione del Salame Piemonte si sia sviluppata nel tempo in maniera assolutamente sui generis rispetto a quella di altri salami prodotti in altri territori italiani...
Leggi tutta la news...

Origine della bistecca alla fiorentina

Origine della bistecca alla fiorentina

La leggenda del nome della bistecca vuole che nel 1565, in occasione di una festa avvenuta a Firenze in p.zza S.Lorenzo, venisse distribuito al popolo un bue girato allo spiedo sulla piazza. Fra la gente c'erano dei turisti inglesi che, alla vista di quelle fette di carne...
Leggi tutta la news...

Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

I Salamini Italiani alla Cacciatora DOP sono un prodotto di salumeria dalla forma cilindrica ottenuto con carne magra e grassa di suino, di lunghezza di circa 20 cm, un peso in media di 350 grammi ed un diametro di 6 cm. Compatti e di consistenza non elastica...
Leggi tutta la news...

Salumi toscani e fegatelli

Salumi toscani e fegatelli

Caratterizzata da una grande varietà territoriale e da una natura ricca di profumi, la Toscana è una regione fiera delle sue antiche tradizioni. Nel settore dei salumi sono molto rinomati il Prosciutto Toscano e il Salame toscano. Quest’ultimo insaccato ha un sapore sapido e profumato...
Leggi tutta la news...

Storia delle rigaglie

Storia delle rigaglie

Le rigaglie sono le interiora di pollo, di piccione o di altro volatile: fegatino, cuore, cresta, bargigli, uova non nate e stomaco (chiamato anche cipolla, ventriglio o durello). La parola rigaglie o regaglie deriva dal latino "regalia" che significa cosa degna di un re...
Leggi tutta la news...

Trippa simbolo italiano

Trippa simbolo italiano

C’è un piatto che forse più di ogni altro, da 150 anni a questa parte, ha unito l’Italia: la trippa. È la bandiera che sventola sulla tavola tricolore dalle Alpi a Capo Passero, dal Gargano a Capo dell’Argentiera in Sardegna. Totò l’aveva capito bene. Non per niente quando si candidò a Montecitorio negli abiti di Antonio La Trippa nel film "Gli onorevoli", si attaccò al megafono urlando al condominio: «Italiano, vota La Trippa!».
Leggi tutta la news...

Agnello del Centro Italia IGP

Agnello del Centro Italia IGP

L’Agnello del Centro Italia IGP è una carne di particolare pregio, che deve le sue peculiarità al profondo legame con il territorio e alla grande professionalità ed esperienza degli allevatori. La costante e attenta selezione di tipi genetici storicamente presenti nell’Appennino centrale, infatti, ha portato all’ottenimento di capi con un accrescimento ponderale molto rapido...
Leggi tutta la news...

Frattaglie e coraggio

Frattaglie e coraggio

La passione che gli Etruschi avevano per il fegato e le frattaglie (rigaglie se riferite a volatili o affini) è comune con molte società. Un vecchio racconto Irlandese narra con dovizia di particolari l’amore di un re per “grasso, rognoni e tenera trippa”, rivelando che il tributo da offrire a una dama di corte consisteva in animelle e cuori di maiale.
Leggi tutta la news...

Lardo dei Monti Lepini

Lardo dei Monti Lepini

Veniva prima tagliato a pezzetti e poi tritato con un coltellaccio su un apposito tagliere. Il battuto di lardo era il condimento più diffuso. Almeno fra le popolazioni dei Monti Lepini, in provincia di Latina. Veniva utilizzato per insaporire quasi tutti i piatti: crudo veniva aggiunto alle minestre, sciolto in padella per il soffritto, invece, era la base di molti sughi...
Leggi tutta la news...

Coppiette laziali

Coppiette laziali

Striscioline di carne aromatizzate ed essiccate. Le “coppiette” sono una tipica specialità del Lazio: la loro produzione è concentrata nei Castelli Romani, in particolare ad Ariccia, Frascati, Albano, Genzano e Monterotondo. Si producono anche in provincia di Latina (Bassiano), in provincia di Frosinone (Paliano e Guarcino)...
Leggi tutta la news...

Prosciutto di Bassiano principe dei salumi lepini

Prosciutto di Bassiano principe dei salumi lepini

Intere generazioni a Bassiano, provincia di Latina, sono cresciute mangiando un panino col prosciutto locale. Panino che ancora oggi chiamano lòncio, un appellativo che deriva dall’inglese lunch, pranzo. Una delle tante parole che i bassianesi, ma anche le altre popolazioni dei monti Lepini, hanno mutuato dagli americani nell’ultima guerra mondiale.
Leggi tutta la news...

Ciauscolo IGP

Ciauscolo IGP

Le origini del Ciauscolo IGP sono da ricercare nella tradizione contadina delle Marche, in cui tutti i prodotti derivanti dalla macellazione del maiale costituivano una riserva di proteine indispensabili per affrontare il lungo inverno e il duro lavoro dei campi. Secondo gli etimologi infatti, la parola ciauscolo deriverebbe dal latino cibusculum...
Leggi tutta la news...

Ciole di cavallo

Ciole di cavallo

Moltissime sono le preparazioni che prevedono l’utilizzo del cavallo nella cucina barese poiché, da sempre, la sua gustosa carne occupa un ruolo importantissimo nella gastronomia del territorio. Una preparazione particolarissima che richiede grande pazienza, abilità e, soprattutto, grande pulizia sono le cosiddette “ciòle” di cavallo...
Leggi tutta la news...

Zampina o Zampino?

Zampina o Zampino?

Tutt’e due. Si tratta di due diversi tipi di salsiccia fresca preparati tradizionalmente in due paesi della Murgia barese distanti fra loro solo 13 km: Gioia del Colle e Sammichele di Bari. La più nota è sicuramente la zampina, avvantaggiata dal fatto che a Sammichele, nel mese di settembre, si svolge l’omonima sagra, durante la quale ne vengono arrostiti quintali...
Leggi tutta la news...

Pancetta di Calabria DOP

Pancetta di Calabria DOP

La Pancetta di Calabria DOP è un prodotto di salumeria dalla forma rettangolare ottenuto dal sottocostato inferiore dei suini; il colore della parte esterna è rosso, marcato dalla presenza di polvere di peperoncino; l’aspetto al taglio è roseo, con striature sottili alternate di magro e di grasso. Il profumo è intenso, naturale, con buona sapidità.
Leggi tutta la news...

Sopressa Vicentina DOP

Sopressa Vicentina DOP

La Soprèssa Vicentina DOP è un prodotto di salumeria dalla forma cilindrica ottenuto da tutti i tagli nobili delle carni suine, con legatura caratterizzata da uno spago non colorato, che può essere elasticizzato, posto in verticale (imbragatura) e da una serie di anelli dello stesso materiale, posti in orizzontale sopra l’imbragatura.
Leggi tutta la news...

Haggis: il sapore arriva da lontano

Haggis: il sapore arriva da lontano

La Scozia. Realtà fatale, dove da secoli troneggiano scenari meravigliosi che, immutabili, hanno assistito al trascorrere del tempo e della vita. Qui, il fascino della natura si fonde con la storia e le tradizioni, naturalmente contagiando il cibo e le bevande. Tra i piatti della cucina scozzese - l'Haggis - è forse quello più apprezzato ed attorniato da un alone verace curiosità.
Leggi tutta la news...

Gulasch simbolo di Ungheria

Gulasch simbolo di Ungheria

Fu alla fine del '700 che nacque l'«invenzione della tradizione gastronomica» del Gulasch, piatto simbolo del popolo d'Ungheria. Questo cibo, il cui termine deriva dall'ungherese "gulyas" (mandriano), indicava nel Medieovo una preparazione fatta dai mandriani durante i lavori sui pascoli...
Leggi tutta la news...

Storia salumi emiliano romagnoli

Storia salumi emiliano romagnoli

Quando si pensa alla norcineria dell’Emilia Romagna subito vengono in mente nomi che da soli rappresentano un trionfo dell’opulenza: il Guanciale di Spilamberto, il Manicotto di Mirandola, la Salama da sugo ferrarese, il Prosciutto di Parma, la Mortadella di Bologna, i Salumi piacentini, la Spalla di San Secondo, lo Zampone o il Prosciutto modenese, il Culatello di Zibello.
Leggi tutta la news...

Storia salumi umbri

Storia salumi umbri

La semplicità arcaica dei paesi umbri, arroccati e difesi dalle mura da cui si gode il verde panorama delle colline, rimanda all’arte culinaria della regione, essenziale ma gustosa, in cui regnano lo spiedo, la griglia e il forno, capaci di preservare i sapori originari del cibo. In Umbria i ma
Leggi tutta la news...

Salumi marchigiani

Salumi marchigiani

Tra i vecchi dei paesi dell’entroterra marchigiano è ancora vivo il ricordo della “pista” (macellazione del suino), autentico rito sacrificale collettivo, che si svolgeva nelle campagne, durante il quale del maiale non si buttava via niente. In questa terra collinare ammantate di vitigni, colture e oliveti, l’arte del salume ha preservato un forte legame con la radicata cultura contadina...
Leggi tutta la news...

Salumi campani

Salumi campani

I Romani la chiamavano “Campania felix”, terra felice e fertile come la sua cucina solare, profumata di erbe aromatiche e ravvivata dai colori degli ortaggi freschi, tra i quali spicca il rosso pomodoro di San Marzano. Molte le ricette della regione nelle quali i salumi svolgono una parte importante: la zuppa di fave fresche...
Leggi tutta la news...

Salumi laziali

Salumi laziali

Roma “caput mundi”, perpetua ancora oggi una tradizione gastronomica sapida e agreste, nata dalla tradizione dei pastori e dei butteri. Questa cucina povera delle origini predilige i prodotti della campagna, le spezie fondamentali (cannella, chiodi di garofano, peperoncino) e i profumi decisi (aglio
Leggi tutta la news...

Salumi friulani

Salumi friulani

Il Friuli Venezia Giulia è terra d’incontro fra latinità e mondo slavo-germanico, con confini estesi tra Prealpi e Adriatico, all’interno dei quali si susseguono zone di tipicità autoctone. E’ in questa regione che nascono il prosciutto San Daniele e il prosciutto di Sauris (affumicato e stagionato un anno) che sono espressioni di un’arte fatta di gesti antichi.
Leggi tutta la news...

Storia salumi sardi

Storia salumi sardi

La Sardegna è un’isola dai caratteri forti, e i prodotti locali hanno conservato i sapori genuini. Pane fatto in casa, preparato nelle forme più originali a seconda delle ricorrenze religiose, verdure fresche e formaggi. Un mondo agricolo e pastorale dove le preparazioni rustiche e semplici...
Leggi tutta la news...

Storia salumi lucani

Storia salumi lucani

Il piccolo territorio della Basilicata perpetua da secoli una sua specificità nella preparazione del pane, della pasta e dei famosi salumi, come la Lucanica, già magnificata da Marziale, Cicerone e Varrone. Le la
Leggi tutta la news...

Storia salumi abruzzesi

Storia salumi abruzzesi

Terra pastorale dal paesaggio aspro, percorsa da verdi tratturi e da greggi, vanta nelle zone interne una tradizione gastronomica ispirata alle carni ovine e suine. Fra i salumi rinomati: la Annoia (aspetto simile ad una salsiccia preparata con trippa di maiale aromatizzata d’arancia), il Fegatatto...
Leggi tutta la news...

Storia salumi molisani

Storia salumi molisani

Furono i sanniti a introdurre nel Molise l’usanza di allevare maiali, agnelli, capretti, e quella di cacciare il cinghiale, pratica già nota ai tempi di Augusto. L’economia pastorale della regione, che come l’Abruzzo è attraversata dalla fitta rete dei tratturi della transumanza, si è tradotta in un
Leggi tutta la news...

Salumi pugliesi

Salumi pugliesi

Sulla tavola pugliese trovano spazio alcuni salumi di Martina Franca molto particolari, come il Capocollo e la Pancetta, che dopo la salagione vengono marinati nel vino cotto, per poi essere affumicati con legno di quercia prima di passare alla stagionatura. Fra le salsicce vorremmo ricordare...
Leggi tutta la news...

Storia salumi veneti

Storia salumi veneti

Il Prosciutto Veneto Berico Euganeo Dop è il salume veneto per eccellenza, affiancato dall’altra Dop della regione: la Sopressa Vicentina, di forma cilindrica leggermente ricurva, fatta con carne suina.
Leggi tutta la news...

Storia salumi trentino alto atesini

Storia salumi trentino alto atesini

Il Trentino Alto Adige vanta una lunga tradizione nel settore delle carni lavorate e stagionate, come nel caso dello Speck Igp. La norcineria locale si distingue, oltre che per un uso di carni tipicamente montane (ca
Leggi tutta la news...

Salumi lombardi

Salumi lombardi

La Lombardia vanta una ricchezza di prodotti che spazia dalla Bresaola della Valtellina, ai vari salumi ricavati dall’oca della Lomellina. Fra le preparazioni che hanno il riconoscimento di DOP segnaliamo: il Salamino alla caccciatora, il Salame Brianza...
Leggi tutta la news...

Storia salumi piemontesi

Storia salumi piemontesi

La varietà dei salumi del Piemonte rispecchia un territorio dai paesaggi diversificati, che spazia dagli ambienti montani ai microcosmi unici di Langhe e Monferrato, fino alle zone dei laghi. Qui la tipicità è una questione d’orgoglio e di professionalità artigiana, che nei salumi si traduce...
Leggi tutta la news...

Storia salumi liguri

Storia salumi liguri

La Liguria non concede grandi spazi per l’allevamento del bestiame destinato alla trasformazione salumiera. Le note caratterizzanti di questa produzione sono riscontrabili nelle carni conservate con spezie, bacche, erbe, e la profusione d’alloro, tarassaco, finocchio, rosmarino e borragine.
Leggi tutta la news...

Salumi valdostani

Salumi valdostani

Sono salumi a marchio DOP della Valle d’Aosta il Lardo di Arnad, e il Jambon de Bosses (prosciutto crudo fatto nella piccola comunità di Saint-Rhémy-en-Bosses a 1.600 metri di quota, menzionato per la prima volta come “tybias porci” nel 1397 in alcuni documenti dell’ospizio del Gran San Bernardo).
Leggi tutta la news...

Storia salumi calabresi

Storia salumi calabresi

Nei robusti piatti regionali della Calabria è il maiale a farla da padrone, e non si può dimenticare che l’uccisione di questo animale era un rito che fino a pochi anni veniva celebrato del capofamiglia, assistito da amici e parenti. La lavorazione culminava con un grande banchetto a cui tutti erano...
Leggi tutta la news...

Storia del dado liebig estratto di carne

Storia del dado liebig estratto di carne

Nell’uso corrente di cucina si tende a chiamare con questo nome qualunque estratto di carne assomigli a quello inventato nel 1850 dal chimico tedesco Liebig. Justus von Liebig, docente all’università di Monaco, ideò un processo che permetteva la concentrazione della carne in una “dado” facilmente...
Leggi tutta la news...

39 articoli (1 pagina, 50 per pagina)


Pagine: