NOTIZIE personaggi


Categoria: personaggi

Giuseppe Verdi e la cucina semplice


Giuseppe Verdi (1813-1901)
Giuseppe Verdi (1813-1901)

Nato vicino a Busseto (PR) da un oste e una filatrice, Giuseppe Verdi manifestò precocemente il suo talento musicale.
Già a trentaquattro anni il compositore raggiunse fama internazionale.
Le sue opere, dal Nabucco all'Aida, erano rappresentate con frequenza in tutti i teatri del mondo, e venivano commissionate dai principali enti lirici italiani.
Sulle abitudini alimentari di Giuseppe, dal temperamento ombroso e introverso, non abbiamo moltissime notizie.
Sappiamo che amava in particolare un capolavoro suino della sua terra: la spalla cotta di San Secondo , della quale inviò alla famiglia Ricordi una ricetta scritta di suo pugno.
Dalla villa di Sant’Agata, l’artista era solito far recapitare agli amici sparsi nel mondo i pregiatissimi culatelli della sua zona.
Da alcuni scritti di fine ottocento è possibile desumere che Verdi continuò a vivere in modo semplice anche dopo il successo, e sembra che non essendo un gran mangiatore preferisse condividere la tavola con uomini sani, savi e sobri.
I biografi ritengono che Verdi non amasse una cucina molto elaborata, ma la tradizione gastronomica della sua terra ci induce a pensare che seppe apprezzare, almeno in particolari occasioni, alcune delle ricette tradizionali emiliane.
Leggi ricetta anolini
Leggi ricetta risotto
Leggi ricetta kaki
Leggi news culatello





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria