NOTIZIE pasta - cereali


Categoria: pasta - cereali

Storia dei cannelloni


Fra le tante consorelle che possono vantare quarti antichi di nobiltà, i cannelloni sono invece una pasta abbastanza recente.

L’unica citazione relativamente antica che troviamo di questo tipo di pasta risale alla prima metà dell’Ottocento e ce la racconta Gio Batta Magi, cuoco aretino, quasi si trattasse di una ricetta toscana, presentandola addirittura in un succulento “timballo di cannelloni”.

Lo aveva preceduto, ma di poco, il napoletanissimo Vincenzo Corrado che nel suo Cuoco galante presenta quello che potrebbe essere indicato come un antenato del cannellone, in realtà si trattava di un grosso pacchero prelessato, riempito di una ricca farcia di carne coi tartufi e poi messo a completare la cottura in un buon sugo di carne.
Di questi misteriosi cannelloni non si trova traccia nemmeno nell’Artusi, che della cucina toscana era stato un attento cultore e nemmeno ne parla Olindo Guerrini, nel suo fortunato L’arte di utilizzare gli avanzi della mensa, opera pubblicata postuma nel 1918.

È possibile che già in quel momento fosse considerato non tanto un piatto da avanzi, quanto a pieno diritto una pasta della festa. Infatti è a partire da questo momento che compaiono i cannelloni in alcuni primi libri di cucina, ad uso, bisogna ricordarlo, delle padrone di casa della buona borghesia che sapevano leggere. Qualche antenato di questo particolare tipo di pasta è sopravvissuto, ma prendendo strade diverse, nella cucina abruzzese che usa tuttora farcire delle crèpes col parmigiano, per servirle arrotolate sul fondo della scodella e ricoperte con un ottimo brodo di carne. Molto simili le crèpes di grano saraceno che vengono servite in Valtellina farcite con uno dei loro ghiotti formaggi e poi finite al forno per far fondere in crema il ripieno.

Oggi i cannelloni sono un formato di pasta di forma cilindrica. Il prodotto viene solitamente consumato con un ripieno salato che può includere il formaggio, ricotta, spinaci e carni macinate. È poi coperto con un sugo di pomodoro classico e o con salsa besciamella e cotti al forno.

Leggi storia pasta ripiena





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria