NOTIZIE panini e cibi di strada


Categoria: panini e cibi di strada

Panini e salsa di senape


Questa è una pianta spontanea originaria dell'Asia, le cui prime notizie della sua coltivazione risalirebbero al 3.000 a.C. in India.
La prima ricetta documentata è di Columella (I sec. d.C.), e secondo Plinio i Romani la usavano nella cura di diverse malattie. I semi masticati lenivano il dolere di denti. La polvere mescolata a succo di cetriolo ridava l’appetito, amalgamata con aceto curava gli avvelenamenti da funghi o da morsi di serpenti, e se aggiunta al miele era un rimedio per il mal di gola.
Questa spezia raggiunse la sua massima diffusione verso la fine del Medioevo. Anche se non era ufficialmente riconosciuta come afrodisiaco, l’opinione popolare gli attribuiva la proprietà di eccitare e incrementare la potenza sessuale, ed in Italia si suggeriva un olio estratto dai suoi semi, oltre che per rinvigorire i sopiti “bollenti spiriti”, anche come decongestionante e antireumatico.
A fine Settecento grazie alla medicina eccitazionista, che indicava lo stomaco come il centro dell’uomo, la senape divenne una panacea, prescritta a digiuno per risvegliare l’attività dell’apparato digerente, e se presa in forte dosi per stimolare tutti gli organi.
Oggi la senape è soprattutto impiegata come condimento in cucina, e nel bacino del Mediterraneo sono particolarmente diffusi i semi di due varietà: la “Brassica nigra” (senape nera) e la “Sinapis alba” (senape bianca).

La salsa di senape è presente in molti panini, abbinata a carne, pesce o verdure.
Leggi ricetta
Leggi news senape
Leggi news mostarda
Leggi news pasta senape
Leggi news afrodisiaci





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria