Panino con farcitura aromatizzata al peperoncino

Categoria: panini e cibi di strada

In Europa il peperoncino giunse a fine '400 grazie a Colombo. Appena introdotto ebbe un immediato successo grazie alla sua facile acclimatazione, diventando aroma “popolare” e “spezia infuocata” con la quale sostituire spezie costose come pepe, cannella, noce moscata. 

Chiamato nelle americhe “chili” venne ribattezzato dagli occidentali “peperoncino” per il gusto che somigliava a quello del pepe.

Già i popoli precolombiani lo consideravano un afrodisiaco perché in grado di dare fuoco alla bocca e perciò infiammare la passione.

D'Annunzio il grande poeta, amante della poesia e delle belle donne lo cita anche in una poesia (Ode al diavolicchio).

Per le sue numerose qualità terapeutiche, colore e forma, al peperoncino si sono sempre riconosciute pure funzioni scaramantiche. Nella tradizione contadina si appendeva una collana di peperoncini a forma di cornetto per la casa al fine di tenere lontano gli spiriti negativi.

In uno studio pubblicato su Physiology & Behavior si afferma che basterebbe mezzo cucchiaino di peperoncino per dimagrire, in quanto stimolerebbe il dispendio calorico grazie alla riduzione dell'appetito e all'aumento della temperatura corporea.

Il peperoncino può entrare nella farcitura di un panino in molto modi, sia fresco che in polvere, tra i più gourmand segnaliamo l'abbinamento di peperoncino calabrese piccante con fagioli e cipolla. 

Leggi news storia peperoncino

Leggi news peperoncino e valori curativa