NOTIZIE panini e cibi di strada


Categoria: panini e cibi di strada

Panino futurista - tra i due


Nel "Manifesto del Futurismo" (1930) ad opera di Filippo Tommaso  Marinetti il cibo non era questione di poco conto. I dinamici futuristi che abbandonarono coltello e forchetta, disapprovavano il rituale del pranzo con le solite portate, sempre uguali a se stesse: antipasto, primo, secondo, dessert.

Ritmi troppo lenti, con piatti pesanti e il conseguente torpore del corpo, dell'anima e della digestione, per poi finire stanchi e imbolsiti.

Così l'arte culinaria ebbe un ruolo di primo piano nel progetto di “ricostruzione futurista dell'universo”, tanto che Marinetti si impegnò con scritti e azioni memorabili a favore del suo svecchiamento. 

Promuoveva happening artistici, veloci, vivaci, scattanti proprio come doveva essere l'uomo nuovo. 

Nacquero così gli aeropranzi futuristi con panini appositamente modellati che riproducevano un'elica o un aereoveivolo sul quale prendevano posto in fusoliera polpette di bue. Questi panini non si chiamavano sandwich (termine straniero) ma “tra i due”. Nel panino futurista non sarebbero mancati insalata e olio evo, cipolla bianca e salsa di pomodoro, ingredienti dai colori simbolo dell'Italia.

Leggi news regole pranzo perfetto

Leggi news a tavola con i futuristi

Leggi news panino nella storia





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria