NOTIZIE panini e cibi di strada


Categoria: panini e cibi di strada

Panino perfetto contenitore del territorio


Il termine graal designa in francese antico una coppa o un piatto e probabilmente deriva dal latino medievale "gradalis" con il significato di "piatto", o dal greco krater "vaso". Secondo la tradizione medievale il sacro Graal era la coppa con la quale Gesù celebrò l'Ultima Cena e nella quale Giuseppe d'Arimatea raccolse il sangue di Cristo dopo la sua crocifissione. Proprio per aver raccolto il sangue di Gesù, tale oggetto sarebbe dotato di misteriosi poteri mistico-magici. 

 

La percentuale di coloro che per i più svariati motivi scelgono di consumare il pranzo fuori casa disegna un trend in continua crescita. E parallelamente diventa sempre più nutrito l’esercito dei “mangiatori di tramezzini” dal palato raffinato: un popolo informato ed esigente, in una parola “buongustai”.

Sarà perché il consumatore “mangiante” e “pensante” ha scoperto che anche due fette di pane casereccio possono racchiudere un pasto stellare, sarà perché si è alzato nettamente e innegabilmente il livello d’informazione e di cultura gastronomica sulla qualità delle materie prime, traducendosi nell’esigenza di un rapporto qualità/prezzo giusto e soddisfacente, sarà per i diktat imposti dalla frenesia dei ritmi lavorativi odierni, che impongono lo filosofia del”mangiare-veloce-per-fare-altro-contemporaneamente”, fatto sta che nella fast food parade il primo nella classifica dei consumi è proprio lui, il panino, purchè con la “p” maiuscola.

D’altronde se lo merita: niente sovrastrutture (posate e apparecchiature) perché bastano le dita e, se proprio si vuole esagerare, qualche tovagliolo di carta. 

Quindi largo alla creatività, dato che due fette di pane possono diventare il contenitore ideale per una miriade di ripieni diversi, dai blasonati re della tradizione salumaia italiana, come mortadella Bologna e prosciutto di Parma, ai formaggi, freschi o stagionati, di latte vaccino o caprino, made in Italy o d’Oltralpe, oltre che a tutto l’arcobaleno di verdure, crude o cotte, di stagione o magari sott’olio, per non parlare del pesce affumicato e degli arrosti di carne, o dei patè e delle innumerevoli salse.

Una tavolozza d’ingredienti praticamente infinita, dalla quale attingere per scegliere o creare da soli il panino perfetto.

E che velocità e qualità rappresentino ormai un binomio irrinunciabile lo hanno capito anche i pluripremiati chef che mettono la propria griffe su quelli che sono diventati veri e propri tramezzini d’autore. Alcuni giocano la carta del “prèt a manger” di lusso, che si traduce in avamposti “fast, good and cheap” dei ristoranti stellati, locali dove è possibile mangiare senza alleggerire troppo il portafoglio. 

Chiamarle paninoteche gourmet suona male, eppure si tratta di locali curati ma disinvolti, dove si possono assaggiare bocconcini e sfiziosità composti da ingredienti di qualità contenuti in pane fresco, croccante, fragrante, a lievitazione perfetta.

Golosità e creatività ormai vanno a braccetto, e la salute? L’onda anomala della demonizzazione del cibo spazzatura ha coinvolto la filosofia del mangiare in piedi e veloce. Colesterolo, obesità (soprattutto infantile e adolescenziale), patologie cardiovascolari e al fegato fanno parte della zavorra ideologica che ha marchiato negativamente non solo hamburger industriali ma l’idea del panino in generale.

Maggiore informazione e accurate ricerche mediche hanno però evidenziato che un'alimentazione corretta fa rima con equilibrio, e l’equilibrio lo si può ritrovare anche in un panino, purchè bilanciato, composto da ingredienti di qualità, scelto a seconda di fabbisogno, età ed esigenze dietetiche personali. 

Ecco che anche un toast con prosciutto cotto e formaggio o una piadina con rucola e squacquerone possono diventare pasti completi ed equilibrati; così come un hamburger può diventare una cena golosa e appagante con buona pace della dieta, se la polpetta è fatta con carne di qualità, accompagnata da una foglia di lattuga, un velo di maionese fatta in casa e un paio di rondelle di cipolla rossa.

Veloce ma gourmet, sano ma gustoso, griffato ma non caro: identikit del panino perfetto, dietro al quale si cela un mondo affascinante fatto di storia, cultura, tradizioni e ghiotte passioni.

Leggi news storia panino

Leggi news panini tradizionali italiani

Leggi news panini nel mondo

Leggi news regole panino perfetto

Leggi news pane ideale x panini

Leggi news formaggi x panini

Leggi news verdure e salse x panini

Leggi news panini e consumi





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria