NOTIZIE magnifici 7


Categoria: magnifici 7

7 simboli del Natale per arricchire la sala del banchetto


7 simboli del Natale per arricchire la sala del banchetto

1. Albero. L'abitudine di "fare l'albero" arricchito con i suoi addobbi mostra evidenti connessioni con la mitologia protogermanica. L'abete di Natale è visto da san Vilfredo quale emblema della pace (“con il suo legno si fanno le case”) e della vita - da qui l'identificazione con il Cristo-Albero della Vita - in quanto pianta sempreverde e fermo sostegno impregnato di cosmicità. 

2. Ceppo sul fuoco. Questo è uno di quei “relitti” pagani che è sopravvissuto, nelle pieghe del cattolicesimo popolare e contadino, al pari dell’abete natalizio, del vischio e dell’agrifoglio. La sera della vigilia di Natale era consuetudine mettere ad ardere nel camino un ceppo di quercia (“ciocco” per i toscani, “nadalìn” per i friulani, “zoc de Nadel” per i romagnoli) che doveva bruciare per dodici giorni consecutivi (i “dodekameron” solstiziali). Un rito, questo, che assumeva un carattere solenne, con il coinvolgimento di tutta la famiglia. Mentre, benedire il ceppo con del vino o con olio e farina ricorda gli antichi culti della fertilità.

3. Luci. Il cui significato è legato alla tenebra del male, vinta dalla luce del bene. Un mistero ricordato e sottolineato ovunque da luci colorate e luminarie più o meno sgargianti, che in questo periodo vogliono accendere l'aria di mille suggestioni. Piccoli pezzi di vetro e collane di cristallo, biglie argentate e variopinte, rappresentano la Luce avviluppando e adornando l'albero.

4. Presepe. Simbolo prettamente cristiano che documenti datati 1223 attestano essere nato a Greccio (Rieti), ad opera di San Francesco. 

5. Vischio. Segno di legame fra persone e tenacia di sentimenti, perché questo verde arbusto dalle minute bacche perlacee, vive sugli alberi e li stà abbarbicato.

6. Agrifoglio e pungitopo. Con le foglie persistenti evocano immagini di durata, di sopravvivenza e di prosperità.

7. Ginepro. All'insegna delle sue molte virtù è pianta di rinascita e della buona sorte. 

Leggi storia tradizioni convivio di Natale





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria