NOTIZIE magnifici 7


Categoria: magnifici 7

7 salumi o insaccati piu popolari


7 salumi o insaccati più popolari

1. Prosciutto crudo. E’ Catone che per primo, nel “De Agricoltura” dà la prescrizione sul modo di fare il prosciutto. Dal latino volgare “perexutus” (privato di ogni liquido) deriva la parola “presciutto”, usata in alternativa a prosciutto. I termine che indica questa prelibatezza è documentato a datare dal ‘300.

2. Prosciutto cotto. Si può considerare uno dei salumi dall’utilizzo più versatile. In cucina si usa come base di numerosissime ricette, dai taost alle torte salate, dalle pizza ai risotti. Il prosciutto cotto è il salume più consumato in Italia. La bontà di questo prodotto è tale che già nel 1880 guadagnò l’attenzione e il pennello di Edouard Manet, autore di una Natura morta dove il salume troneggia fra lo scintillio di un piatto d’argento e il balenio eburneo del coltello.

3. Mortadella. E' con la ricetta di Bologna che questo salume raggiunge una certa notorietà al di fuori dell'Italia fino a raggiungere una vasta fama. Siamo nel 1661 quando il cardinale Giacomo Farnese a Bologna emette un bando in cui condannava chi cercava in qualche modo di preparare mortadelle con ingredienti di bassa qualità, rovinando in questo modo la buona reputazione della città.

4. Speck. In epoca longobarda gli abitanti delle grotte dell'Alto Adige, che appendevano le carni suine in alto per sottrarle alle incursioni d’animali selvatici, si erano accorti che il fumo dei loro fuochi, conferiva alle stesse particolari sapori.

5. Salame. La parola “salame”, indicante specificatamente il preparato che oggi conosciamo, comparve per la prima volta a fine ‘500 nel manuale di Vincenzo Cervio. I salami si distinguono in base al tipo di macinatura della carne (fine, media o grossa), al tipo di spezie e ingredienti impiegati (aglio, peperoncino, semi finocchio, vino), e al tipo di stagionatura (da due a nove mesi).

6. Bresaola. Le prime testimonianze letterarie risalgono al XV secolo, ma la sua origine è senz’altro antecedente. La bresaola, carne salata ottenuta esclusivamente da carni di vitello, è rimasta circoscritta all’ambito familiare sino ai primi decenni dell’Ottocento.

7. Salsiccia. In tutte le sue varianti, wurstel compreso, è antica quanto l'uso della carne di maiale. Ortensio Lando, bizzarro erudito milanese, antesignano del turismo gastronomico, nel 1548 immagina un tour attraverso l'Italia, dalla Sicilia alle Alpi, decantando in ogni luogo le specialità locali, tra le quali le salsicce.

Leggi storia salumi





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria