NOTIZIE magnifici 7


Categoria: magnifici 7

7 motivi per mangiare rafano


Questa radice pungente contiene sopratutto oli volatili, responsabili dei suoi effetti curativi. Prima dell'uso del frigorifero il rafano si consumava abitualmente con carni e pesci come una sorta di “assicurazione” contro i batteri. E' bene mangiarlo fresco e crudo. Esposta all'aria per troppo tempo o cotto a lungo perde le sue proprietà.

 

7 motivi per mangiare rafano

1. Antibiotico e vermicida. Test di laboratorio dimostrano che è attivo contro svariati batteri dannosi all'organismo grazie alla presenza di isotiocianato di allile.

2. Disintossicante. Favorisce la digestione, potenzia la circolazione ed abbassa la febbre, favorendo la sudorazione.

3. Antinfiammatorio. Grazie ai suoi oli ha proprietà antinfiammatorie  apportando benefici soprattutto nei confronti delle vie urinarie e respiratorie. Stimola il flusso del muco e apre i seni nasali in modo molto simile al peperoncino.

4. Analgesico. Può essere utilizzato come analgesico, soprattutto per quanto riguarda la cura dei dolori derivanti da strappi muscolari e dall’artrite.

5. Diuretico. Il suo uso regolare stimola la minzione, contribuisce alla pulizia dei reni e depura l’organismo favorendo l’espulsione delle tossine.

6. Aiuta il cuore. Ha un buon contenuto di potassio che ha proprietà vasodilatatorie benefiche per abbassare la pressione e migliorare la circolazione sanguigna. E' indicato per il recupero, in tempi brevi, delle forze in caso di spossatezza.

7. Combatte i radicali liberi. Ha un buon contenuto di composti antiossidanti come la vitamina C, l’isotiocianato e la sinigrina, che contrastano l’attività dei radicali liberi con effetti benefici per la prevenzione dei tumori e delle malattie cardiovascolari.

Leggi gusto e analisi sensoriale rafano

Leggi news storia e proprietà rafano





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria