NOTIZIE magnifici 7


Categoria: magnifici 7

7 motivi per consumare rabarbaro


La pianta del rabarbaro è originaria della Cina e le prime informazioni che riguardano le sue proprietà terapeutiche ci giungono da quell'area. A fornirle è l’imperatore cinese Shen Nung vissuto nel 2.700 a.C. che descrive le qualità del rabarbaro nel suo libro di erbe medicinali.

Il nome rabarbaro deriva da due parole greche: “ra” che significa pianta e “barbaron” che sta ad indicare una coltivazione propria delle popolazioni barbare.

La pianta è abbastanza robusta e si adatta bene al clima ed al terreno in cui cresce. L’unica necessità che ha è quella di una buona irrigazione, soprattutto nei periodi di siccità.

Il suo uso alimentare si limita ai piccioli fogliari carnosi, impiegati come ingrediente principale o secondario in varie pietanze, soprattutto per la preparazione di torte dolci o salate e confetture. Le foglie possono inoltre essere utilizzate, non eccedendo, come succedaneo degli spinaci.

Meglio il rabarbaro rosso di quello verde, perché i gambi contengono più beta-carotene. E' meglio sceglierlo maturo per la minor presenza di acido ossalico che impedisce l'assimilazione di nutrienti come ferro e calcio. Troppo aspro da essere mangiato crudo, conserva anche da cotto una serie di proprietà benefiche.

 

7 motivi per consumare rabarbaro

1. Digestivo. Gli antichi greci e romani lo utilizzavano come digestivo. Assunto sotto forma di tisana prima dei pasti può portare anche benefici al fegato. 

2. Protegge il cuore. Il suo consumo apporta benefici al sistema cardiovascolare e quindi al cuore. Grazie alla buona presenza di fibre alimentari facilità l’eliminazione del colesterolo LDL.

3. Amico del cervello. Grazie alla vitamina K aiuta a prevenire ictus e danni neurologici collegati all'Alzheimer.

4. Salutare per le ossa. Contiene calcio e dosi notevoli di vitamina K, importanti per proteggere le ossa dalle fratture durante l'invecchiamento.

5. Contro le infezioni intestinali. Viene impiegato in fitoterapia per combattere le infezioni dell’intestino. Grazie alle sue proprietà, riequilibra la situazione della mucosa intestinale.

6. Protegge gli occhi. Contiene quantità utili di luteina importante per ridurre il rischio della degenerazione maculare legata all'eta.

7. Antiossidante. Il rabarbaro è ricco di beta-carotene e di composti fenolici come la luteina e la zeaxantina che aiutano l'organismo ad eliminare i radicali liberi. Una dieta ricca di questi composti antiossidanti può prevenire l’insorgere di alcuni tipi di tumore.

 

Leggi news sapore amaro e analisi sensoriale





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria