NOTIZIE letteratura


Categoria: letteratura

Vino in valle - Fabrizio Gallino


Irresistibile “cammino” attraverso una delle più affascinanti realtà montane del pianeta – la Valle D’Aosta – alla ricerca di vini, sapori e delle persone che con il loro duro lavoro li rendono tali…

Valle d’Aosta – patria di cime irraggiungibili che sembrano sfiorare l’azzurro cielo, e stuzzicare così l’umana immaginazione. Nella mente si “attorcigliano” le reminescenze scolastiche dell’antico Castello di Fénis, indomita effigie di questa nobile terra, che con la sua inespugnabile cinta merlata troneggia sfidando il tempo e le mondane avversità. In questo habitat pregno storia prende le mosse “la cronaca” di Fabrizio Gallino, che da poco ha dato alle stampe il suo primo tomo – all’insegna Vino in Valle. Sono quattro gli itinerari articolati lungo la statale SS26 –, che si snoda nel cuore pulsante della Valle. Lo scopo dell’autore? Scoprirla da un’angolatura forse meno nota: il vino e le vigne. È un liber scritto con frenesia e palese trasporto emotivo verso questa singolare dimensione. Il racconto inizia dal confine, dove termina il Piemonte e inizia la Valle D’Aosta. Da lì è uno spasmodico susseguirsi di appuntamenti e di incontri: con realtà avvincenti e peculiari, con i laboriosi vignerons, con i suoi squisiti prodotti gastronomici, che assieme al vino sprigionano un ensemble armonioso. Da annoverare che nel tomo sono ben documentati 41 produttori e 224 etichette tutte testate. Libro seducente per conoscere (finalmente) questo scorcio d’Italia – ahimè – spesso lasciato nelle retrovie. Ottimo testo, nel frattempo didattico, preciso in tutte le angolature e scorci; grafica snella e curata in ogni dettaglio. Potrebbe essere un vademecum anche per altri futuri libri, insomma un modello da seguire. Esce, infatti, dai consueti schemi “letterari” del settore oramai triti e ritriti. È un po’ guida senza aspergerne la stucchevole sicumera, e un po’ racconto vissuto privo di sterili leziosità. Certo, qualche lieve imprecisione emerge, ma non fa nulla perché il lavoro c’è e anche la qualità. Pubblicazione non solo per gli aficionados del “pianeta vino” ma per quanti cullano in sé l’idea del viaggio come scoperta ed esperienza senza tempo. Edito da Giramondo Gourmand il libro è ordinabile a quest’account: info@giramondogourmand.it





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria