NOTIZIE gusto e analisi sensoriale


Categoria: gusto e analisi sensoriale

Gusto e analisi sensoriale edonistica o descrittiva


Nel mondo dei prodotti alimentari e non, vengono spesso utilizzati termini quali degustazione, assaggio e analisi sensoriale. Tali parole vengono molte volte utilizzate in modo confuso e impreciso, capita vengano confuse pure dagli addetti ai lavori. Quale è il loro significato?
L'analisi edonistica si basa sulla degustazione o l'assaggio attraverso l’uso dei sensi, in particolare il tatto, la vista, l’olfatto ed il gusto, raramente l’udito (considerato solo in particolari alimenti), l’individuo cerca di descrivere il prodotto attraverso un esame sensoriale. Di fatto è un’esperienza molto soggettiva e non misurabile, ossia edonistica. E’ provato che ognuno di noi, in base alle proprie esperienze e al proprio livello di percezione, prova sensazioni ed emozioni diverse, tutte giuste e legittime. Dal confronto di esse si possono avere risultati e dibattiti molto interessanti. Questo genere di approccio definito "Analisi edonistica" viene in genere utilizzato dalle grandi industrie alimentari allo scopo di testare il gradimento di un nuovo prodotto prima di immetterlo nel mercato.
L’analisi sensoriale descrittiva è invece un metodo scientifico basato sulla misurazione attraverso i sensi delle caratteristiche di un preciso prodotto. I dati ottenuti da un gruppo di giudici addestrati o qualificati (chiamato “panel”) vengono elaborati attraverso metodi statistici. Le medie e le mediane dei valori espressi dai singoli giudici provano la misurabilità dell’esperienza. Le condizioni di assaggio individuali e ambientali, unite ad adeguate applicazioni di metodi statistici permettono al metodo di essere ripetuto numerose volte dando lo stesso risultato che risponde alla realtà.

Leggi news gusto e analisi sensoriale





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria