NOTIZIE CATEGORIA GASTROSOFIA


Categoria RSS 2.0 | RSS 1.0  
Gastrosofia cos'è il comfort food

Gastrosofia cos'è il comfort food

Non chiamatelo cibo, il comfort food è molto altro. Genuini e appaganti, altre volte calorici e gustosi, i comfort food sono quei piatti che deliziano il palato e ristorano lo spirito. Ma come e perché un alimento può dare conforto? A Proust bastò intingere un biscotto al burro nel tè per far tornare alla mente piacevoli ricordi d’infanzia...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cucina e turismo gastronomico

Gastrosofia cucina e turismo gastronomico

Il lavoro nella ristorazione moderna è fatto di viaggi reali o virtuali e di ricerca continua, di interazioni costanti con le comunità locali e di aggiornamento teorico e pratico in eterno confronto con amici, colleghi, clienti e fornitori. I continui spostamenti e l'esperienza da foodtrotters sono...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cucina di casa o professionale

Gastrosofia cucina di casa o professionale

Per cucina si intende sia un locale con tavolo, acquaio e fonti termiche, sia l'arte di conservare, di preparare e di cuocere i cibi. C'è chi la descrive come un linguaggio: possiede i vocaboli (i prodotti, gli ingredienti) che si organizzano secondo regole di grammatica (le ricette), di sintassi (i menu) e di retorica (i comportamenti conviviali)...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia impiattare storia di un gesto

Gastrosofia impiattare storia di un gesto

La parola è ormai uscita dal gergo professionale di cuochi e ristoratori: i programmi tv ce lo ripetono da mattina a sera e tutti sappiamo cosa significa “impiattare” ovvero allestire il piatto, assemblando gli elementi che andranno a costituirlo. Accomodare bene la pasta, accostare sapientemente le erbe alla carne, aggiungere le salse, il filo d’olio...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia il ciclo di vita di un alimento

Gastrosofia il ciclo di vita di un alimento

Si definisce alimento ciò che è utile alla nutrizione umana, con tutte le sue variabili e le esaltazioni artistiche moderne. La necessità di sfamare intere generazioni implementate con lo sviluppo demografico del seicento dopo la grave pestilenza che colpì generazioni di europei e le nuove innovazioni scientifiche e tecnologiche...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia ingordigia contro sobrietà

Gastrosofia ingordigia contro sobrietà

Se il gastrosofo tiene alla qualità dei cibi più che alla quantità, il ghiottone abbina l’una all’altra. Esiste una gamma molto varia delle due categorie. I ghiottoni sono spesso divoratori senza freno, per loro il piacere della gola è ricollegato all'incontinenza alimentare. Leggendario è Milone da Crotone...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia: la cucina è Donna

Gastrosofia: la cucina è Donna

Nel passato i ruoli in cucina della donna e dell’uomo erano ben distinti: la femmina relegava i suoi compiti all’ambito domestico mentre il maschio applicava le sue capacità al contesto sociale. Donna cuoca in famiglia - poche lodi e nessun salario. Uomo ristoratore in pubblico - molti apprezzamenti e riconoscimenti economici...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia dosaggio ingredienti rigido o libero?

Gastrosofia dosaggio ingredienti rigido o libero?

È la proporzione fra le dosi dei vari ingredienti che entrano in una ricetta, e quindi un elemento importantissimo per la riuscita di qualunque preparazione gastronomica. Forse per la delicatezza della questione non vi è accordo tra gli addetti ai lavori che si dividono in due categorie...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e antropologia: buono da pensare o buono da mangiare

Gastrosofia e antropologia: buono da pensare o buono da mangiare

Nel linguaggio della scienza gli uomini si definiscono onnivori: mangiano infatti cibi sia di origine vegetale sia animale. Come gli altri membri della famiglia, tipo ratti, maiali e scarafaggi, possiamo soddisfare le nostre esigenze nutritive ingerendo una notevolissima varietà di sostanze. Possiamo mangiare e digerire di tutto...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia i piaceri della carne

Gastrosofia i piaceri della carne

“Questa nazione non ha il nostro costume di mangiar tanta carne” osserva Montaigne nel suo Giornale di viaggio in Italia (fine ‘500). Fino a quel tempo non era dunque un’espressione gratuita definire gli italiani consumatori soprattutto di cereali, legumi, verdure. Se in Francia, Germania, Inghilterra il sistema gastronomico dava alle carni una preminenza assoluta, in Italia...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia desiderio del cibo e sue motivazioni

Gastrosofia desiderio del cibo e sue motivazioni

Il piacere è stato da sempre centro d’interesse per l’essere umano, poeti e scrittori di tutte le generazioni si sono inerpicati alla ricerca della perfetta descrizione di cosa per loro potesse rappresentare, non arrivando, nonostante gli immani sforzi, a raffigurare appieno il loro immaginario mentale.
Leggi tutta la news...

Gastrosofia il mito delle origini degli spaghetti

Gastrosofia il mito delle origini degli spaghetti

Quali “origini” hanno gli spaghetti al pomodoro? Allo storico, questa domanda interessa poco. Di più gli interessa evidenziare il circuito di scambi che ha consentito l’apparire, la crescita e lo sviluppo di questo piatto nella tradizione italiana, a partire da elementi di altre culture...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia pizza e stagioni

Gastrosofia pizza e stagioni

"Quattro stagioni" è un nome che piace e incuriosisce. Una ricetta "standard" infatti non esiste, anche se alcuni ingredienti sono più abituali di altri: il prosciutto crudo o cotto, i funghi secchi, i carciofini sott'olio, le uova sode, talvolta la salsiccia. Domanda: che cosa hanno a che fare quegli ingredienti con la stagionalità? I salumi o i funghi secchi non conoscono...
Leggi tutta la news...

Processo giudiziario tra carnevale e quaresima

Processo giudiziario tra carnevale e quaresima

"Per parte e comandamento delli nostri Signori Tutori dell'inclita città di Panizza, si fa intendere a ciascheduna persona, cosi maschio come fermna, di qual sorte e condizione esser si voglia, come in questi paesi è gionta Madonna Quaresima, quale per sua umanità, bontà e conesia si è offerta di mamenere tutta la nostra città e il nostro contado abondante e farlo magramente trionfare con luzzi, tenche, sardelle...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cottura e consumo della pasta

Gastrosofia cottura e consumo della pasta

Se i manufatti di pasta presentati nei testi medioevali e rinascimentali ci risultano abbastanza familiari per le forme descritte, assai diverse sono le regole di cottura, il tipo di condimento e le modalità d’uso. Rispetto al gusto italiano, che in genere predilige le cotture al “dente”, cioè brevi (pur con un progressivo ammorbidirsi della pasta salendo da sud a nord)...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia veloce sì, buono forse

Gastrosofia veloce sì, buono forse

Buono e veloce è un binomio – in linea di massima – plausibile, tenendo presente che disponendo di tempo e flemma il risultato finale del nostro ensemble culinario sarà migliore e più soddisfacente. Se da un lato è innegabile che numerose ricette sono state alleggerite in ossequio alla penuria di tempo...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia bianco e rosso i colori della cucina

Gastrosofia bianco e rosso i colori della cucina

Nei menu tra i piatti di pasta possiamo scegliere fra tagliolini, strozzapreti, gnocchi, ravioli. Per il condimento spesso solo due opzioni: sugo bianco o sugo rosso. Nulla di strano, ma di fronte alla necessità di scegliere tra il bianco e il rosso, si percepisce...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia pane come panacea di molti mali

Gastrosofia pane come panacea di molti mali

Bisogna anzitutto sfatare il pregiudizio secondo il quale il pane farebbe ingrassare: non credeteci, e gettate alle ortiche i sensi di colpa! Nella Bibbia il pane s'incontra così spesso che ci meravigliamo che l'Associazione Panificatori non ne abbia ancora...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia arte culinaria x Gualtiero Marchesi

Gastrosofia arte culinaria x Gualtiero Marchesi

Quelle che riportiamo sono delle idee sull’arte culinaria riprese da alcune considerazioni di Gualtiero Marchesi. Il “maestro” ha provato a teorizzare due grandi "maniere" di cucina in opposizione tra loro: una, che con preparazioni golose e immediate indirizza i propri messaggi alla sfera affettiva ed emozionale del degustatore: la Cucina di Gola...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia fast food un modello sul quale riflettere

Gastrosofia fast food un modello sul quale riflettere

Il primo locale con l'insegna McDonald's fu aperto dai fratelli Richard e Maurice McDonald nel 1940 a San Bernardino in California. Già gestori di un chiosco di hot-dog, essi introdussero nel nuovo locale gli hamburger e, contemporaneamente, riorganizzarono il ciclo produttivo...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e agroecologia per una poduzione agroalimentare cansapevole

Gastrosofia e agroecologia per una poduzione agroalimentare cansapevole

L'agricoltura negli ultimi cinquant'anni si è progressivamente industrializzata, l'introduzione di elementi esterni al sistema naturale in cui essa viene praticata, come i pesticidi e i fertilizzanti chimici, ha rapidamente compromesso la salubrità dei cibi e dell'ambiente...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cucina di territorio e osti

Gastrosofia cucina di territorio e osti

Nella storia della cucina la razza degli osti occupa un posto ben distinto da quello del personale salariato. È antichissima e malfamata, tanto famigerata da servire a Collodi, all’insegna del Gambero rosso, per introdurre una delle avventure più crudeli di Pinocchio...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia birra ed emozioni

Gastrosofia birra ed emozioni

La prima prova sulla produzione di una bevanda assimilabile alla birra si potrebbe far risalire a circa il 3700 a.C. in Asia. I popoli artefici della sua diffusione furono, però, i Sumeri, gli Assiro-Babilonesi, e in seguito gli Egizi. Nell’antico Egitto vi era di gran uso di cereali fermentati, utilizzati per la preparazione della birra...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e gusti artefatti

Gastrosofia e gusti artefatti

Le teorie classiche della sociologia della comunicazione contemporanea identificano i mutamenti generazionali grazie allo studio della simbologia impressa nel consumatore moderno dai "new media" che oltrepassando ogni confine spazio temporale influenzano le scelte commerciali globali...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia chi ben mangia va in paradiso

Gastrosofia chi ben mangia va in paradiso

Dagli albori della civiltà si è sviluppata un’etica sociale dell’alimentazione, seconda la quale l’uomo forte, il nobile, il potente, si qualificava come colui che mangiava molto e bene. La forza del corpo e perciò dell’agire, era tenuta in gran conto...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia fare rete tra gli esperti della materia cibo

Gastrosofia fare rete tra gli esperti della materia cibo

La rete che auspichiamo tra gli esperti della diverse tematiche legate al cibo ha come alveo maestro quello della produzione e del consumo degli alimenti, inteso nel senso più ampio possibile. Se teniamo conto dell'obiettivo di garantire la circolazione dei saperi all'interno della rete, si sovrappongono immediatamente due fattori...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia storia cibi afrodisiaci

Gastrosofia storia cibi afrodisiaci

Il termine afrodisiaco deriva dal nome della dea greca Afrodite, identificata dai romani come Venere, che nella mitologia era protettrice d’amore, bellezza, sessualità e lussuria. Tra le tradizioni che descrivono la sua nascita citiamo le due principali: -una attestata nell’Iliade di Omero, che la vorrebbe figlia di Zeus e di Dione -l’altra tramandata da Esiodo...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia colori del cibo e valenze simboliche

Gastrosofia colori del cibo e valenze simboliche

Le radici dei regimi alimentari tradizionali rivelano come i prodotti più importanti dal punto di vista nutritivo e gustativo, fossero quelli delle feste e delle occasioni eccezionali, accessibili soprattutto ai ricchi e raramente ai ceti popolari. Questi cibi erano prevalentemente di colore bianco o rosso, o di sfumature che gli si avvicinavano...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e arte culinaria buona o cattiva

Gastrosofia e arte culinaria buona o cattiva

Dalla fisiologia del gusto di Brillat Savarin ai giorni nostri, sono trascorsi molti lustri dal punto di vista gastronomico e nuove rotte esplorativo-culinarie sono state intraprese! Un tempo lungo, costellato non solo di ricette interessanti, ma anche da discutibili rivisitazioni in antitesi con le più elementari norme del buon gusto...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia tradizione della cucina di lago

Gastrosofia tradizione della cucina di lago

E' difficile parlare genericamente di cucina lacustre italiana. Si potrebbe riproporre pari pari per le cucine dei laghi italiani il discorso sulla coesistenza di tratti comuni molto vaghi, e tratti individuali molto accentuati. Volendo però fornire suggerimenti gastronomici ad ogni tipologia di turista gastronomico, faremo quel che possiamo per gli amanti dei laghi...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia lasagne: oltre ogni moda

Gastrosofia lasagne: oltre ogni moda

Perbacco, il dubbio serpeggia nella mente di chiunque apprezzi le lasagne al forno! Non è che l’insigne e geniale Anthelme Brillat-Savarin nel suo “La fisiologia del gusto” volesse celebrare la nostra beneamata lasagna? Ovviamente è un’estremizzazione, tuttavia il sapore e la bontà della lasagna si meritano il vessillo dell’atemporalità…
Leggi tutta la news...

Gastrosofia carnevale e frittelle

Gastrosofia carnevale e frittelle

Se le grandi festività come il natale e la pasqua sono soprattutto celebrate nell’intimità della famiglia e nel chiuso della casa, il carnevale si festeggia all’aperto e in comunità. I dolci tradizionali dell’evento sono di facile e veloce realizzazione perché alle origini si preparavano in strada, dove il popolo li avrebbe mangiati...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e neurogastronomia scienza interdisciplinare

Gastrosofia e neurogastronomia scienza interdisciplinare

Se amate degustare un alimento della tradizione accompagnandolo con un calice di vino dal perlage inconfondibile, ricordate che alla fine le vostra percezione non nasce dal profumo e dal gusto di cibi e bevande, ma è piuttosto una “fantastica” creazione del cervello. E’ là che nascono le percezioni della tavola, è là che il senso del gusto, insieme agli altri sensi...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia dalla merenda alla merendina

Gastrosofia dalla merenda alla merendina

Lo storico istituto della merenda, che tradizionalmente scandiva la metà della mattina, e la metà del pomeriggio, meritato ristoro («merenda» è dal latino mereo e significa «ciò che si deve meritare») durante il lavoro o lo studio, ha lasciato il posto a una più piccola, insignificante merendina...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cibo tra sostanza e circostanza

Gastrosofia cibo tra sostanza e circostanza

Barthes poneva l’accento su due termini, sostanza e circostanza, osservando come il cibo e le bevande non siano solamente “nutrizione”, ovvero sostanze che si ingeriscono, ma anche “circostanze”, ossia veicoli di comunicazione che trasportano valori sociali, rituali, simbolici, legati all’occasione del loro consumo...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia dimmi che gelato mangi e ti dirò chi sei

Gastrosofia dimmi che gelato mangi e ti dirò chi sei

La felicità sta nelle piccole cose e dunque la si può trovare anche in un gelato. Su ciò è stato fatto uno studio che ha indagato sul legame che si crea tra il cibo e la sfera emotivo-gratificatoria delle persone, stilando una classifica ideale degli alimenti che sono in grado di creare gioia...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia storia del piatto unico

Gastrosofia storia del piatto unico

L’origine storica di questo tipo di piatto non appartiene ad una specifica area, ma trova le sue diverse interpretazioni presso ogni latitudine. Il primo requisito del piatto unico è sempre stato quello di condensare un pasto in una sola pietanza di facile reperibilità dal costo contenuto.
Leggi tutta la news...

Gastrosofia carnevale paese della Cuccagna

Gastrosofia carnevale paese della Cuccagna

Fin dai suoi esordi la festa del carnevale, grazie alla coincidenza stagionale con il rito contadino della macellazione del maiale, onorava il consumo delle ghiottonerie suine. Nella Bologna medievale, per la "Festa della porchetta", si lanciavano pezzi di carne alla folla vociante. Nella Roma rinascimentale, per la "Cuccagna del porco", dalle finestre di casa Colonna piovevano sul popolo bocconi di cibo...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia considerazioni sul tema Enogastronomia

Gastrosofia considerazioni sul tema Enogastronomia

Spesso capita di leggere articoli o titoli di convegni che contengono questi termini: “convegno sull’enogastronomia”, “festa sull’enogastronomia” etc. A mio modesto parere, si estende, in modo ingiustificato, il significato originario del termine Gastronomia. Aggiungere il prefisso “eno”...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia pane giustizia e libertà

Gastrosofia pane giustizia e libertà

La storia è ricca di aneddoti legati agli stravolgimenti socio economici dovuti alla carenza diffusa di cibo, nutrimento per il corpo e per la mente, che venendo meno la propria concezione razionalistica, si manifesta in tumulti e rivolte popolari. Il pane simbolo di presa di coscienza della carenza di cibo...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e pasta della nonna

Gastrosofia e pasta della nonna

In principio fu lo “gnocco”, poi come cita il Boccaccio nel paese del Bengodi “da una montagna di parmigiano grattugiato vengono fatti scendere maccheroni e ravioli”. Da lì un tripudio di pasta fresca, secca o ripiena, battezzata con mille nomi: matasse, maltagliati, sedanini, stelle, quadrucci...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia pizza il cibo veloce + diffuso nel mondo

Gastrosofia pizza il cibo veloce + diffuso nel mondo

Sul modello di McDonald's, altre catene di fast food si sono diffuse nel mondo, spesso con la medesima formula del franchising. Alcune si sono specializzate in piatti tradizionali o etnici, come il pollo fritto (Kentucky Fried Chicken) o la cucina messicana (Taco BelI)...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia valori dell'agricoltura integrata

Gastrosofia valori dell'agricoltura integrata

L’agricoltura integrata è un sistema di produzione agricola che utilizza tutti i metodi agronomici e di difesa dalle avversità per ridurre al minimo sia l’uso delle sostanze chimiche di sintesi (prodotti fitosanitari e fertilizzanti), sia l’acqua e l’energia, adottando tecniche eco-compatibili...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia perché dei prodotti a km 0

Gastrosofia perché dei prodotti a km 0

La lotta per il dominio delle distante è una sorta di alternativa (o di variante) al gioco del tempo: procurarsi il cibo da altri luoghi, più o meno lontani, applicandosi a sconfiggere i vincoli del territorio oltre che la variabilità stagionale dei prodotti è una pratica antica, rimasta per millenni un privilegio sociale, anzi, un segno del privilegio sociale...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e antropologia alimentare

Gastrosofia e antropologia alimentare

L'antropologia alimentare (che gli anglosassoni indicano con il termine food studies) studia ciò che riguarda la coltivazione, la raccolta, la conservazione e la preparazione del cibo a proposito degli aspetti sociali, psicologici e antropologici a cui il "mangiare" è collegato. Per questo tipo di studi, essendo il cibo presente in ogni tempo e in ogni luogo...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia globalizzazione giardini botanici e colture alimentari

Gastrosofia globalizzazione giardini botanici e colture alimentari

Le piante precolombiane sbarcate in Occidente conoscono tutte il purgatorio dei giardini botanici, principeschi ed ecclesiastici. Arrivate come delle curiosità, vengono scambiate a tale titolo. Nel corso della seconda metà del XVI secolo, la patata, originaria del Perù, circola come una singolarità botanica dalla Spagna all'Italia...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia globalizzazione delle colture alimentari e dei nuovi sapori

Gastrosofia globalizzazione delle colture alimentari e dei nuovi sapori

Già dall'Antichità, si erano diffusi in Europa vegetali provenienti dall'Africa o dall'Asia, come ad esempio il ciliegio. Le spezie esotiche segnano in maniera significativa la cucina aristocratica medievale. All'indomani dei viaggi di Colombo, però, la situazione si presenta radicalmente differente. In un breve lasso di tempo, i primi esploratori si trovano di fronte a un gran numero di specie vegetali sconosciute...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia fattoria didattica ed esperienze sensoriali

Gastrosofia fattoria didattica ed esperienze sensoriali

Oltre 100 anni fa in Nord America ed Europa, iniziò ad espandersi l'idea di dare ai bambini un'esperienza unica nel suo genere facendoli interagire con l’ambiente naturale tramite il contatto diretto; andarono quindi via via a crearsi e definirsi le 'fattorie didattiche'...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia dal cuoco al celebrity chef

Gastrosofia dal cuoco al celebrity chef

Nell’antica Grecia il cuoco era il personaggio importante nelle case dei potenti, tanto che malgrado le scarse notizie gastronomiche pervenuteci, qualche nome di cuoco è rimasto, per esempio quello del siciliano Ladbaco e Miteco, ricordati anche da Platone. Con le invasioni barbariche, questa figura...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cucina stagionale della nonna

Gastrosofia cucina stagionale della nonna

Un aspetto tradizionalmente forte della cultura alimentare, che oggi sembra essersi perduto se non nella cucina delle nonne, è quello che attribuiva al cibo un valore significativo rispetto allo scorrere del tempo. Le società tradizionali collegavano immediatamente la preparazione e il consumo di questo o quell'alimento a una determinata ricorrenza del calendario...
Leggi tutta la news...

229 articoli (5 Pagine, 50 per pagina)


Pagine: [ 1 | 2 | 3 | 4 | 5 ]