NOTIZIE gastrosofia


Categoria: gastrosofia

Gastrosofia il ciclo di vita di un alimento


Testo di Giorgio Orizio Questore AIGS Novara - Sous chef cuoco e gastronomo "itinerante". Laureato in Economia, promozione e gestione del Turismo. Appassionato di Storia e Cultura gastronomica

 

Si definisce alimento ciò che è utile alla nutrizione umana, con tutte le sue variabili e le esaltazioni artistiche moderne. La necessità di sfamare intere generazioni implementate con lo sviluppo demografico del seicento dopo la grave pestilenza che colpì generazioni di europei e le nuove innovazioni scientifiche e tecnologiche dell'industrializzazione del settecento e ottocento, hanno voluto donare all'alimento una propria vita utile, contrastandone la deperibilità intrinseca ed estrinseca.

Come il bravo contadino, semina, accudisce e raccoglie i frutti del suo operato, anche colui che trasforma le materie prime della terra e del mare in prodotto finito per il consumatore moderno, non può esimersi da perseguire la medesima cura del contadino. Il prodotto quale nutrimento dovrà mantenere a lungo il suo equilibrio organolettico, integrandosi con le nuove metodiche conservative, quale parola d'ordine delle moderne industrie alimentari che spesso però si nascondono dietro l'utilizzo di coadiuvanti chimici per perseguire il loro obiettivo economico, a spese del neo consumatore.

Le trasformazioni delle materie prime in senso moderno contemplano le tecniche di coltura biodinamica ed integrata che rendono simile al suo antenato il prodotto oggetto di innovazione produttiva e deperibilità posticipata nel tempo, garantendone la sua naturale essenza e concretezza nutrizionale.

La conoscenza delle materie prime e la semplicità delle preparazioni alimentari abbinate ad una corretta educazione alimentare rendono giustizia alla nutrizione moderna ed alla salute del cittadino, quale baluardo della carta dei diritti dell'uomo. Rispettando la libertà di scelta dei consumatori, sia per fede religiosa, indicazione medico scientifica o esperienza personale si eleva il prodotto al livello massimo di qualità contrastando a pieno ritmo l'aberrante pratica dello spreco alimentare della società contemporanea.

L'elemento cibo non è simbolo di una generazione, di una casta o di un rituale, ma è nutrimento vitale per il corpo e per la mente.

Leggi news categoria gastrosofia





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria