NOTIZIE gastrosofia


Categoria: gastrosofia

Gastrosofia e i nonluoghi


Testo di Giorgio Orizio CONSOLE AIGS Nord-Ovest (Piemonte-Liguria-Valle d'Aosta). Sous chef cuoco e gastronomo "itinerante". Laureato in Economia, promozione e gestione del Turismo. Appassionato di Storia e Cultura gastronomica

 

L'antropologo francese Marc Augè, emerito studioso della sedimentazione umana nei luoghi e nello spazio, ha coniato il termine d'effetto "nonluogo" per definire realtà architettoniche di difficile relazione e socialità, lontane dal fulcro e dal centro storico urbano delle moderne metropoli e città.

Il nonluogo è visto come un limbo, uno spazio distaccato dove la socialità, intesa nel senso relazionale non trova il suo sviluppo, un luogo di transito continuo e di veloci passaggi di genti di ogni ordine e grado, senza identità o legami territoriali. 

Nella sua prima stesura teorica classificava i grandi supermercati e gli aeroporti: luoghi privati della componente emozionale, contenitori di individui svuotati dell'approccio con il territorio.

Il nonluogo oggi si fonde con il non tempo e si crea un ambito di precario equilibrio tra individui e società penalizzando la sostenibilità del territorio e la sua conservazione. 

La frenesia dei tempi moderni ha integrato nei nonluoghi di Augè i format dei nuovi fast food che nascono per soddisfare specifiche esigenze d'interazione sociale.

La concezione arcitettonica modella con le nuove architetture commerciali il paesaggio in cui questi nonluoghi sono collocati. 

Una visione che riflette la centralità di queste aree nel rivitalizzare in futuro il tessuto socio economico territoriale. I nonluoghi potranno presto sviluppare un nuovo modo di vedere la socialità.

La concentrazione di bar, ristoranti o food court, innescherà un processo di socialità in chiave post moderna o come la definisce Augè "surmodernità".

L'obbiettivo culinario di questi spazi, dove si offre il cibo, sarà pure quello di reinterpretare e semplificare le preparazioni gastronomiche tradizionali in chiave "fast" per metterle al servizio della socializzazione.





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria