NOTIZIE gastrosofia


Categoria: gastrosofia

Gastrosofia dalla spesa alla tavola con i bambini


Testo di Erika Arena - D.ssa in Scienze dell'alimentazione e gastronomia presso Università San Raffaele Roma - Facoltà di Agraria

 

Al giorno d'oggi è molto difficile trovare il tempo per le cose in generale...ed anche per la preparazione dei cibi; non a caso in commercio sono sempre più diffusi cibi già pronti, prodotti ortofrutticoli classificati come terza e quarta gamma, rispettivamente crudi, freschi e pronti al consumo e già cotti.
Sono notevoli i livelli di consumo di merendine preconfezionate e snack per bambini e lo 'stile alimentare' nei bambini in questo caso ma non solo, diventa proprio causa base di patologie ormai diffuse, quando oltre ad un’alimentazione squilibrata si aggiunge una tendenza a consumare in eccesso ed il movimento fisico è poco.
L'educazione alimentare, a partire da quella semplice che possiamo noi adulti acquisire e trasmettere ai propri figli, può essere una chiave per migliorare in tal senso.
Ciò che mangiamo sulle nostre tavole deriva dalla spesa che abbiamo fatto, che siano cibi ricchi di grassi e zuccheri o prodotti equilibrati ed eco-sostenibili e si evince quindi quanto sia importante una spesa dei 'cibi giusti' perché poi questi costituiranno la nostra dispensa.
Il coinvolgimento dei bambini nella preparazione dei cibi, dalla spesa alla tavola, può essere uno dei tanti metodi per avvicinare i bambini al cibo da un'altra prospettiva, facendogli conoscere dapprima da vicino i prodotti offerti dalla terra e non solo, facendoglieli toccare, annusare, riconoscere, e poi quindi apprezzare in modo migliore e soprattutto insegnargli a distinguere!
Facendo la spesa insieme a loro inoltre si riesce, in maniera divertente, a  fargli riconoscere i prodotti che vanno acquistati da quelli che magari non lo devono essere perché danneggiati, acerbi o altro, si può raccontare la loro storia, la loro provenienza, ecc...
Ciò che i bambini conoscono, hanno precedentemente preparato in cucina, condiviso a tavola, visto con i loro occhi, che fa parte delle loro memorie legate al cibo, sarà ciò che li indirizzerà verso le scelte al mercato; si comprende quindi quanto la spesa possa influire ed influenzare il consumo dei cibi e viceversa.
La condivisione della spesa al supermercato con i bambini oltre a rappresentare un momento importante di educazione alimentare, diventa anche un esercizio sotto altri profili: dal punto di vista logico-matematico riuscendo ad allenare la loro mente ad esempio contando o sviluppando la loro osservazione e per lo sviluppo delle capacità sensoriali, per la valutazione visiva ed olfattiva dei prodotti alimentari.
La spesa è 'il primo passo per coltivare il gusto' (dal libro Il gusto di mangiare insieme, Barzanò Carla - Slow Food editore)





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria