NOTIZIE gastrosofia


Categoria: gastrosofia

Gastrosofia tradizione della cucina di lago


E' difficile parlare genericamente di cucina lacustre italiana. Si potrebbe riproporre pari pari per le cucine dei laghi italiani il discorso sulla coesistenza di tratti comuni molto vaghi, e tratti individuali molto accentuati. 

Volendo però fornire suggerimenti gastronomici ad ogni tipologia di turista gastronomico, faremo quel che possiamo per gli amanti dei laghi. Il soggiorno al lago è sempre stato associato all'idea di relax, di meditazione, di ristoro (non senza venature di romantiche malinconie) appena turbata dalle "eccezionali" emergenze leggendarie e misteriose, presenti un po' in tutte le tradizioni popolari lacustri, culminanti nella mitica figura del Mostro di Lochness.

Nel tempo poi ci sono stati anche innumerevoli esempi di fascinazione esercitata dall'atmosfera lacustre sulle arti, dalla letteratura alla pittura al cinema.

Un capitolo della storia di questo rapporto, tutta da scrivere, dovrebbe essere dedicato alla gastronomia.

Noi che ne parliamo vogliamo sostanzialmente evidenziare due regolette: 

1. la cucina di lago è fondata sulla preparazione dei suoi pesci;

2. non si pensi che la cucina di lago si limiti alla preparazione dei suoi pesci.

E' così: si può aggiungere che per entrambi i punti ogni lago, comprese le sue rive e i suoi entroterra, si presenta come un ecosistema complesso e di volta in volta unico e originale, con ovvie ricadute sulla cultura gastronomica.

Più che di cucina di lago dunque, si dovrebbe parlare di cucina gardesana, di cucina lariana di lago, di cucina del Trasimeno, di cucina garganica lagunare e così via.

Video itinerario lago Trasimeno

Video itinerario lago di Como





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria