NOTIZIE CATEGORIA GASTROSOFIA


Categoria RSS 2.0 | RSS 1.0  
Gastrosofia gusto e lettera sulla felicità di Epicuro

Gastrosofia gusto e lettera sulla felicità di Epicuro

I sapori semplici danno lo stesso piacere dei più raffinati, l'acqua e un pezzo di pane fanno il piacere più pieno a chi ne manca. Saper vivere di poco non solo porta salute e ci fa privi d'apprensione verso i bisogni della vita ma anche, quando ad intervalli ci capita di menare un'esistenza ricca, ci fa apprezzare meglio questa condizione e indifferenti verso gli scherzi...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia ed erotica del gusto

Gastrosofia ed erotica del gusto

Di un piatto squisito, preparato a dovere diciamo spesso – con analogia erotica – che è cotto ‘al bacio’. Che il cibo e l’eros siano due fonti di piacere indissolubilmente connesse da analogie che vanno ben oltre il significato metaforico, che i loro confini siano così labili da confondersi alle volte completamente non è certo una novità.
Leggi tutta la news...

Gastrosofia: le calorie indicate nei menu servono?

Gastrosofia: le calorie indicate nei menu servono?

Le indicazioni delle calorie nei menu aiutano chi mangia fuori casa ad assumere una quantità adeguata di cibo? Dipende dalle condizioni esterne e dal tipo di dicitura riportata. La questione è dibattuta e gli studi condotti finora non hanno fornito risposte univoche: in certi casi il risultato è stato positivo, in altri meno...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia obesità e analfabetismo alimentare

Gastrosofia obesità e analfabetismo alimentare

Il cibo ci fa del male perché ne ingeriamo troppo e troppo spesso; e poi perché gran parte del cibo che ingeriamo è cattivo, non genuino, adulterato, sofisticato. Il cattivo cibo ci tratta male e ci fa del male. Le reazioni sociali di fronte alle persone obese sono spesso negative...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cibo ed eros: dalla necessità al piacere

Gastrosofia cibo ed eros: dalla necessità al piacere

Non è certo una rivelazione affermare la stretta sintonia tra mangiare e procreare, tra gusto e sessualità, le esperienze che meglio definiscono il piacere di vivere e che, come per gli altri animali, riescono essenziali per la sopravvivenza degli individui e per la conservazione delle specie...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia: prospettive identitarie di panino e hamburger

Gastrosofia: prospettive identitarie di panino e hamburger

Il cibo è un fondamentale strumento di identità culturale. La ricetta migliore è sempre quella della mamma, perché lì (nella mamma, e in tutto ciò che essa rappresenta) si trovano, o si vogliono trovare, le radici dell'identità personale. Ma allora, quando al cibo della mamma si oppone l'hamburger di una multinazionale, ci troviamo di fronte a un conflitto tra affermazione e annullamento dell'identità...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia finalità del gastrosofo di Alex Revelli Sorini

Gastrosofia finalità del gastrosofo di Alex Revelli Sorini

La Gastrosofìa è un campo di studi che si pone domande e riflette sul modo d'alimentarsi dell'uomo, indagando sul senso del nutrire sia mente che corpo. E' una scienza che investiga nell'applicazione concreta delle conoscenze che concorrono a costituire un sapere teorico...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia liberi pensieri sul biologico

Gastrosofia liberi pensieri sul biologico

Il biologico sicuramente porta dei benefici al consumatore e all’ambiente ma la differenza rispetto ai prodotti convenzionali non è poi così netta. Per prima cosa va sfatato il mito del completo disuso di pesticidi, anche se ne vengono utilizzati soltanto alcuni tipi, di origine naturale e non di sintesi...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia la cucina degli avanzi

Gastrosofia la cucina degli avanzi

Negli ultimi tempi sembra che il nostro atteggiamento nei confronti dell'alimentazione sia diventato schizofrenico: chi esibiva ricchezza oltre ogni decenza oggi sbandiera comportamenti quasi monacali, chi si concedeva pasti regolari ora vive di apericena. Alcuni propongono piatti psichedelici fatti con almeno dieci ingredienti diversi, sostenendo che la sperimentazione è la linfa della cucina...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia chi sono i nuovi profeti della cucina?

Gastrosofia chi sono i nuovi profeti della cucina?

Qual'è il cibo più o meno buono, più o meno accettabile? In sintesi è una domanda e un punto sempre interrogativo su cosa ci sia dietro gli alimenti. A livello antropologico occorre riflettere sul fatto che le società più semplici hanno sempre sviluppato con il cibo dei rapporti di tipo elementare e immediato rispondenti a necessità fisiologiche...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia la cucina come macchina del tempo

Gastrosofia la cucina come macchina del tempo

La macchina del tempo in gastronomia non è un astruso marchingegno pregno di diavolerie e soluzioni tecnologiche come, talvolta, l’iconografia cinematografica ci ha rappresentato. In realtà, la tecnologia lascia il posto a curiosità, ostinazione e criterio – quali strumenti intelligenti...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia il nuovo consumatore a tavola

Gastrosofia il nuovo consumatore a tavola

Il modello emergente di cliente è quello di godere di un'alimentazione e uno stile di vita sani, oggi sempre più identificati con le regole indicate nella nuova piramide alimentare che, per la prima volta, evidenzia, alla base, anche l'importanza di attività fisica, di convivialità del pasto, stagionalità del prodotto, utilizzo più assiduo di cibi locali...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia: alla parmigiana, storia di una forma

Gastrosofia: alla parmigiana, storia di una forma

La cucina italiana ha un’impronta fortemente cittadina: fin dal Medioevo, le città hanno costruito attorno a sé, nelle campagne circostanti, un ‘distretto’ politico ed economico basato sul controllo urbano delle risorse rurali. A cominciare da quelle alimentari. In questo modo la cultura cittadina si è impadronita della cultura contadina...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia street food non solo panini

Gastrosofia street food non solo panini

In Italia il cibo è una cosa seria: potremmo andare avanti all’infinito ad enumerare ricette su ricette studiate per i giorni di festa o per la quotidianità. Eppure, se nel Belpaese “la tavola è sacra”, non si può non considerare che molto del nostro cibo non nasce per essere consumato tra quattro mura...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia prima colazione sana e nutriente

Gastrosofia prima colazione sana e nutriente

Ognuno ha le sue preferenze: in casa o al bar, in piedi o seduti, veloce o lenta, dolce o salata. Quella che preferisco è sicuramente la colazione slow consumata a casa, legata al ricordo della voce di mia nonna che, mentre l’aroma del caffè d’orzo arrivava in camera dalla cucina, ripeteva “sbrigatevi che il caffelatte si fredda…
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cibo e linguaggio

Gastrosofia cibo e linguaggio

Mangiare insieme ad altri diviene di alto valore comunicativo allo stesso tempo forte e articolato, in quanto ciò che è al centro dell'atto comunicativo è anche un elemento essenziale per la sopravvivenza dell'uomo e della sua specie. Il linguaggio del cibo espresso in queste circostanze porta con sé valori di identificazione molto importanti...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia significato della cucina concettuale

Gastrosofia significato della cucina concettuale

La cucina concettuale cerca di ricostruire corrispondenze gustative dopo aver azzerato quelle tradizionali e per fare ciò lavora decisamente sugli elementi fondanti della cucina, annullando gli aspetti prevedibili (quelli appunto relativi alle tradizioni) e ricostruendo significati, in questo modo rimettendo in gioco il piano dell'espressione...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cucina scritta e cucina orale

Gastrosofia cucina scritta e cucina orale

La contrapposizione fra diversi tipi di società e di cucina […] è stata oggetto di riflessione da parte di vari studiosi fra cui il sociologo inglese James Goody. A parere di questi, solo le società complesse, fortemente gerarchizzate e statalizzate (quelle che si sono unicamente sviluppate in Europa e in Asia) sono state in grado di produrre una cucina professionale, nettamente distinta da quella domestica...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia Pasqua e la tavola

Gastrosofia Pasqua e la tavola

Spesso mi piace immaginare le feste del calendario come le tante stanze che compongono una grande casa circolare. Ciascuno di questi spazi, di diversa ampiezza e disposizione, contiene emozioni e cibi diversi. Da qualche tempo si è lasciata la stanza del Carnevale, caotica e un po’ chiassosa, ricca di alimenti fritti. Abbiamo abitato fino a pochi giorni fa nel vano della Quaresima, spartano, un po’ oscuro, sobriamente allestito con piatti di magro...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia orto e cortile spazi di libertà

Gastrosofia orto e cortile spazi di libertà

L’orto: storico compagno delle case contadine e urbane. L’orto che dà frutti numerosi e variati, che si rincorrono da una stagione all’altra: non c’è tempo che non abbia le sue verdure, i suoi frutti. Isidoro di Siviglia, il grande erudito medievale, nella sua monumentale enciclopedia così ne spiegava l’etimologia...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia la cucina dei single

Gastrosofia la cucina dei single

Per utilizzare una “metafora alimentare” potremmo considerare la cucina dei single come una di quelle belle torte a strati in cui si sovrappongono, toccandosi ma non amalgamandosi, tre componenti: spreco, desiderio di stupire e convivialità. Il primo dei tre ingredienti è abbastanza ovvio: lo spreco è connaturato alla vita del single...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e musei del gusto

Gastrosofia e musei del gusto

Sempre più spesso le parole cibo e cultura sono associate, e non perché – attenzione – al cibo si affianchi la cultura ma perché il cibo è cultura, in tutte le fasi che ne scandiscono il percorso, dal reperimento delle risorse alle forme di produzione, dai modi di preparazione e trasformazione ai sistemi...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia il piacere della tavola origini, differenze, effetti

Gastrosofia il piacere della tavola origini, differenze, effetti

I conviti, nel senso che noi diamo a questa parola, sono cominciati nella seconda età del genere umano, ossia nel momento in cui esso cessò di nutrirsi di sola frutta. La preparazione e la distribuzione delle carni hanno avuto bisogno della riunione della famiglia, in modo che i capi distribuissero ai figli il frutto della caccia e i figli adulti rendessero poi lo stesso servizio...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia fisiologia del mangiare

Gastrosofia fisiologia del mangiare

Dice un vecchio adagio: Non si vive di ciò che si mangia, ma di ciò che si digerisce. Dunque è necessario digerire per vivere; e questa necessità esercita il suo potere sul povero e sul ricco, sul pastore e sul re. L'appetito, la fame e la sete ci avvisano che il corpo ha bisogno di ristorarsi; e il dolore, maestro universale, non tarda a tormentarci se non possiamo obbedirgli...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia definizione dell'appetito

Gastrosofia definizione dell'appetito

Il moto e la vita producono, in ogni corpo vivente, una continua perdita di sostanza; e il corpo umano, macchina così complessa, presto sarebbe fuori servizio se la Provvidenza non vi avesse posto una molla che lo avverte del momento in cui le sue forze non sono più in equilibrio con i bisogni...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia effetti del buongusto

Gastrosofia effetti del buongusto

Il buongusto è uno dei principali legami della società; esso estende nello spirito della convivialità i diversi ceti sociali, li fonde in unità, anima la conversazione e smussa gli angoli dell'ineguaglianza convenzionale. Esso pure anima gli sforzi che deve fare ogni anfitrione per ricevere bene i suoi invitati, e anima anche la riconoscenza degli invitati stessi...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia buongusto cos'è, vantaggi e preclusioni

Gastrosofia buongusto cos'è, vantaggi e preclusioni

Abbiamo scorso i dizionari alla parola buongusto e non siamo rimasti molto soddisfatti di quello che vi abbiamo trovato. C'è spesso confusione fra il buongusto propriamente detto e la ghiottoneria e la voracità; definiamolo dunque e intendiamoci. Il buongusto è una preferenza appassionata, ragionata e abituale per gli oggetti che lusingano il gusto...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia origini, cos'è, di che si occupa

Gastrosofia origini, cos'è, di che si occupa

La gastrosofia ci sostiene dalla culla alla tomba, aumenta le delizie dell'amore e la confidenza dell'amicizia, disarma l'odio, agevola gli affari e ci offre, nel breve corso della vita, la sola gioia che, non essendo seguita da stanchezza, ci riposa perfino da tutte le altre! La gastrosofia è figlia di quegli esperti che nei diversi ambiti disciplinari hanno svolto nel tempo un attento lavoro di ricerca...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia nascita del giornalismo gastronomico

Gastrosofia nascita del giornalismo gastronomico

Siamo a fine XVIII secolo, gli ultimi tempi dell’Ancient Regime, nella Parigi che da poco aveva fatto prendere vita al concetto dei moderni ristoranti, quando i moti intellettuali legati alla Rivoluzione francese fecero nascere una nuova letteratura incentrata sul tema cibo e sul dove e come consumarlo al meglio.
Leggi tutta la news...

Gastrosofia Tipico e Tradizionale

Gastrosofia Tipico e Tradizionale

La voce italiana 'tradizione' è documentata per la prima volta nel 1598, ed è derivata per via dotta dal latino 'traditione(m)' che è a sua volta un derivato dal verbo 'tradere', il cui significato di base è 'consegnare oltre' (tra + dare). L'accezione originaria della voce è quindi 'consegna, affidamento', e con questo significato appare nel 1291...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cibo ed epigenetica

Gastrosofia cibo ed epigenetica

Le sue origini concettuali risalgono ad Aristotele (384-322 a.C.). Per quanto riguarda la nutrizione, si è osservato che particolari concimi, fitofarmaci o disinfettanti usati in agricoltura, tendono ad accumularsi nei tessuti adiposi dell'uomo e degli animali portando, nel tempo, ad insorgenza di mutazioni e malattie...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia tradizione delle erbe di campo

Gastrosofia tradizione delle erbe di campo

Dici «erbe di campo» e pensi ai fossi, ai prati, alla vegetazione spontanea. Pensi a un cibo non creato dall'uomo, ma dalla natura. Pensi alle piante che nella stagione fredda, e poi avanti fino a primavera, rallegrano la tavola di sapori diversi, più selvatici, più amari, a volte più saporiti...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia filiera corta e colta

Gastrosofia filiera corta e colta

Appena còlto, raccolto e mangiato subito, insomma l'espressione massima dell'immediatezza, della freschezza, della naturalità. E anche della cosiddetta «filiera corta». Ma più che corta la filiera, o meglio il cibo che passa dal campo alla tavola, deve o dovrebbe essere proprio colta. Dunque cibo (e relativa filiera) colto, non solo nel senso di coltivato ma proprio di istruito...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia il cibo giusto è integrale?

Gastrosofia il cibo giusto è integrale?

Esiste il cibo giusto? La giustizia per il cibo richiama non solo quella sociale per chi produce, spesso calpestata, ma anche il diritto a fruire del cibo e rispetto dell'ambiente ovvero delle risorse naturali. Il cibo giusto non si ferma solo nella sfera della giustizia: la bilancia della stessa richiama anche la quantità. Deve essere giusta, nel senso di quanto basta...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia mangiare bene non è costoso

Gastrosofia mangiare bene non è costoso

Ma si può anche spendere «mediamente» per mangiare mediterraneo? Seguire questo regime alimentare - la piramide alimentare mediterranea dove alla base troviamo frutta, verdura, pasta, riso, cuscus e in cima i dolci e la carne - non costa di più, tutt'altro, se si valuta il costo del carrello settimanale della spesa dei consumatori italiani...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia evoluzione dei modelli alimentari preistorici

Gastrosofia evoluzione dei modelli alimentari preistorici

Il Sapersi adattare ai mutamenti ambientali nel corso della storia, ha permesso all’uomo di sopravvivere, di evolversi e di riprodursi. L’alimentazione, pur essendo un fenomeno collegato con l’istinto, è stata condizionata e definita da eventi storici e sociali che ne hanno determinato il suo progresso...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia l'orto sulla finestra

Gastrosofia l'orto sulla finestra

L'attività di fare l'orto in casa, abbastanza comune fino alla metà del secolo scorso, poi derisa durante il boom economico, è diventata una pratica di tendenza nell'ultimo periodo. L'esercito degli contadini condominiali è in costante crescita e gli orti cittadini, ossia gli “urban gardens” (come dicono quelli trendy) ne sono una testimonianza...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia misticanza di erbe spontanee

Gastrosofia misticanza di erbe spontanee

Quella che stiamo per raccontarvi è la storia di fate che abitano nei prati e nei boschi: le fate erbe spontanee. Alcune sono più celebri di altre, perché posseggono proprietà nutritive e terapeutiche speciali. Achillea ha la capacità di arrestare il sanguinamento e curare i raffreddori. Eufrasia possiede la facoltà di curare le affezioni agli occhi...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia e i nonluoghi

Gastrosofia e i nonluoghi

L'antropologo francese Marc Augè, emerito studioso della sedimentazione umana nei luoghi e nello spazio, ha coniato il termine d'effetto "nonluogo" per definire realtà architettoniche di difficile relazione e socialità, lontane dal fulcro e dal centro storico urbano delle moderne metropoli e città. Il nonluogo è visto come un limbo, uno spazio distaccato dove la socialità...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia progetto Pantone come fotografare il cibo

Gastrosofia progetto Pantone come fotografare il cibo

L'artista David Schwen nel progetto Pantone Pairings, trasforma gli alimenti solitamente accostati nei piatti (prosciutto e formaggio, carote e piselli, latte e biscotti) nei quadratini colorati dei cataloghi di classificazione cromatica Pantone, ispirandosi alla più nota azienda internazionale di riferimento per la catalogazione dei colori...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia elogio della scarpetta

Gastrosofia elogio della scarpetta

L'espressione tutta italiana e non traducibile in altre lingue, riporta alla golosa abitudine di raccogliere il sugo rimasto nel piatto con un pezzo di pane. Ma il galateo mette i bastoni tra le ruote. Anche se molti non rinunciano a una "pucciatina" per prolungare il piacere della pietanza appena mangiata. Gli spaghetti al pomodoro sono così sugosi, la salsa dell'arrosto...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia food porn come risponde il nostro cervello?

Gastrosofia food porn come risponde il nostro cervello?

Dessert colorati, succulenti arrosti, paste dai sughi abbondanti e colanti, invitanti piatti. Dietro ad ogni fotografia, con l’hashtag #foodporn che si rispetti c’è un bravo cuoco e un bravo fotografo. Davanti, gli spettatori che osservano estasiati questi meravigliosi scatti e le papille gustative iniziano a fremere guardando lo schermo del computer o dello smartphone...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia storia del food porn

Gastrosofia storia del food porn

L'accostare la pornografia al cibo è stato fatto per la prima volta dalla scrittrice femminista Rosalind Coward nel 1984 nel suo libro "Female Desire: Woman's sexuality today", ovvero “Desiderio Femminile”, in cui si riflette sulla tendenza delle immagini del cibo nei periodici e nelle riviste che stavano assumendo negli anni 80...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cos'è il comfort food

Gastrosofia cos'è il comfort food

Non chiamatelo cibo, il comfort food è molto altro. Genuini e appaganti, altre volte calorici e gustosi, i comfort food sono quei piatti che deliziano il palato e ristorano lo spirito. Ma come e perché un alimento può dare conforto? A Proust bastò intingere un biscotto al burro nel tè per far tornare alla mente piacevoli ricordi d’infanzia...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cucina e turismo gastronomico

Gastrosofia cucina e turismo gastronomico

Il lavoro nella ristorazione moderna è fatto di viaggi reali o virtuali e di ricerca continua, di interazioni costanti con le comunità locali e di aggiornamento teorico e pratico in eterno confronto con amici, colleghi, clienti e fornitori. I continui spostamenti e l'esperienza da foodtrotters sono...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia cucina di casa o professionale

Gastrosofia cucina di casa o professionale

Per cucina si intende sia un locale con tavolo, acquaio e fonti termiche, sia l'arte di conservare, di preparare e di cuocere i cibi. C'è chi la descrive come un linguaggio: possiede i vocaboli (i prodotti, gli ingredienti) che si organizzano secondo regole di grammatica (le ricette), di sintassi (i menu) e di retorica (i comportamenti conviviali)...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia impiattare storia di un gesto

Gastrosofia impiattare storia di un gesto

La parola è ormai uscita dal gergo professionale di cuochi e ristoratori: i programmi tv ce lo ripetono da mattina a sera e tutti sappiamo cosa significa “impiattare” ovvero allestire il piatto, assemblando gli elementi che andranno a costituirlo. Accomodare bene la pasta, accostare sapientemente le erbe alla carne, aggiungere le salse, il filo d’olio...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia il ciclo di vita di un alimento

Gastrosofia il ciclo di vita di un alimento

Si definisce alimento ciò che è utile alla nutrizione umana, con tutte le sue variabili e le esaltazioni artistiche moderne. La necessità di sfamare intere generazioni implementate con lo sviluppo demografico del seicento dopo la grave pestilenza che colpì generazioni di europei e le nuove innovazioni scientifiche e tecnologiche...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia ingordigia contro sobrietà

Gastrosofia ingordigia contro sobrietà

Se il gastrosofo tiene alla qualità dei cibi più che alla quantità, il ghiottone abbina l’una all’altra. Esiste una gamma molto varia delle due categorie. I ghiottoni sono spesso divoratori senza freno, per loro il piacere della gola è ricollegato all'incontinenza alimentare. Leggendario è Milone da Crotone...
Leggi tutta la news...

Gastrosofia: la cucina è Donna

Gastrosofia: la cucina è Donna

Nel passato i ruoli in cucina della donna e dell’uomo erano ben distinti: la femmina relegava i suoi compiti all’ambito domestico mentre il maschio applicava le sue capacità al contesto sociale. Donna cuoca in famiglia - poche lodi e nessun salario. Uomo ristoratore in pubblico - molti apprezzamenti e riconoscimenti economici...
Leggi tutta la news...

220 articoli (5 Pagine, 50 per pagina)


Pagine: [ 1 | 2 | 3 | 4 | ... | 5 ]