NOTIZIE dolci


Categoria: dolci

Brutti-buoni


Il nome indica l'impasto grossolano e l'aspetto irregolare e ruvido che accompagna il sapore delicato di questi dolcetti tipici dell'area di nord ovest. La ricetta prevede l'impiego di molti albumi d'uovo, che sono il segreto della leggerezza del prodotto, e inoltre zucchero, nocciole, mandorle e vanillina.  

Una delle ricette più celebri dei brutti e buoni è ricollegata alla creatività di un pasticcere della cittadina di Gavirate (VA).

Questa versione, nata nel 1878, divenne quasi da subito un richiamo per i celebri golosi del tempo. Si narra che la regina Elena di Savoia, recandosi da Milano in visita alla sua dama di corte in Ternate, facesse tappa a Gavirate per acquistare gli irresistibili dolcetti. 

Anche Giosuè Carducci e Giuseppe Verdi furono profondamente attratti dalla bontà dei brutti e buoni, dolcetti conservabili a lungo se tenuti in luoghi freschi e asciutti.

Leggi ricetta

Leggi news meringa





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria