NOTIZIE cibi tradizionali


Categoria: cibi tradizionali

Storia e proprietą mandorla di Toritto


Il mandorlo è una pianta robusta e rustica che cresce bene anche su terreni poveri, poco profondi e aridi. Per questo rappresenta una risorsa preziosa e insostituibile per alcune zone del meridione d’Italia. Di questo dono della natura si sfrutta quasi tutto: i semi, oleaginosi e ricchi in vitamine e proteine per l’alimentazione umana, le foglie come ottimo mangime per gli ovini; i malli e i gusci per la produzione tradizionale di carbonella; le ceneri dei gusci, ricche di potassio, quale ottimo fertilizzante naturale.
In provincia di Bari la mandorlicoltura era diffusissima e ha influenzato profondamente sia la conformazione del paesaggio agrario sia la cultura popolare. Tante sono le canzoni popolari legate alle lunghe e laboriose operazioni di smallatura. Ad ulteriore testimonianza del valore del mandorlo per la comunità, sul territorio del comune di Toritto, si sono sviluppate delle cultivar autoctone che hanno preso il nome di coloro che le hanno create.
Ad esempio la “Filippo Cea”, mandorla ancora diffusa, presenta caratteristiche di eccellenza: un alto contenuto in olio e acidi grassi polinsaturi, una bassissima acidità e una sapore intenso ma, allo stesso tempo, equilibrato, con note di burro finali. La spiccata pastosità la rende ideale per l’utilizzo in pasticceria.

Testo consultato Presidi Slow Food

Leggi news Puglia

 





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria