NOTIZIE vino - vitigni


Categoria: vino - vitigni

Sangiovese di Romagna padre di tutti i vini


Testo di Fabio Magnani. Giornalista, wine consultant, selezionatore vini. Riferimento blog: glistappati.blog.espresso.repubblica.it

 

“Per tanti secoli sono rimasto celato nei meandri della storia. Su di me sono stati fatti ogni sorta di esperimenti e hanno cercato di cogliere ogni mio profumo più intimo perché, dicevano, volevano capirmi, sapere com’ero fatto. Molti di voi mi conoscono già perché mi bevono quotidianamente, altri invece mi sorseggiano pur non sapendo chi sono. Ebbene io sono il Sangiovese di Romagna, parente meno famoso di quello toscano che si fa chiamare Brunello per non essere scambiato con me che sono più modesto e forse un tantino sfortunato.
Sono quello che rappresenta da sempre la terra del Passatore. Bei tempi quelli, nessuno si sarebbe mai permesso di dire che ero tannico, troppo acido o addirittura nervoso. Io nervoso? Per tutti questi secoli non ho mai detto nulla nemmeno quando hanno cominciato a mescolarmi con quei vitigni stranieri con l’accento francese e che tanto mi facevano pesare che si chiamavano Merlot e Cabernet. Quando dissi chi ero ebbero perfino il coraggio di mettersi a ridere. Cosa ci fosse da ridere non lo so ma feci capire loro che io ero schietto e generoso. Devo ammettere però che questi due francesi erano proprio due “elegantoni”. Merlot era un vero signore: profumato, gentile, morbido, sempre perfetto, mai una sbavatura. Quelle volte che mi mescolavano con lui mi sono sempre trovato bene e riusciva a calmare la mia indole ribelle. Cabernet, invece, non lo sopportavo. Puzzava sempre di peperone, aveva una bella grinta e non mi lasciava mai spazio per esprimermi. Devo ammettere che un po’ mi faceva tenerezza, soffriva del fatto che in vigna non lo lasciavano mai in pace e lo raccoglievano prima del tempo e per questo il suo olezzo di peperone saltava fuori. Era un incompreso. Non sono mai riuscito a farmi dire da dove derivassero i loro nomi perché io, invece, sono stato battezzato da Papa XII a Santarcangelo di Romagna. Correva l’anno 1600 quando dei frati cappuccini mi offrirono a sua santità che, entusiasta, chiese come mi chiamassi. I monaci risposero sanguis jovis, sangue di Giove. I miei paesani col tempo hanno un po’ storpiato il nome e ora mi chiamano Sangiovese ma io voglio loro bene lo stesso. 

I romagnoli in passato mi hanno sempre cercato, abbiamo condiviso insieme momenti belli e altri difficili ed io, Sangiovese, mai ho abbandonato loro a qualche “vinellino” dall’accento francese. Loro invece sì, l’hanno fatto. C’è stato un periodo, infatti, che preferivano passare il loro tempo con altri vini dai nomi strani: Nero D’Avola, Refosco e i soliti francesi. Perfino gli stessi vignaioli che mi mettevano al mondo si vergognavano di pronunciare il mio nome e mi nascondevano in mezzo ad altri vini o mi costringevano dentro a piccole botti per mesi interi, che quando uscivo puzzavo così tanto di legno che per riconoscermi dovevo leggere l’etichetta della bottiglia. 

Rimanevo sbalordito in quel periodo quando chi mi assaggiava parlava di profumi di viola e mi sarebbe piaciuto dirgli: “ma va là, pataca!”; ma era sempre meglio evitare discussioni con questi signori che giravano pieni di mostrine e il calice in mano e si vantavano tanto.  Io che ho ispirato poeti, dissetato soldati, confortato vedove e rinvigorito dalle fatiche, ammetto che ho avuto, con tutti questi rimescolamenti, delle grosse crisi di identità. Sono riuscito a resistere a tutto questo grazie al tanto disprezzato carattere nervoso, e oggi sorrido quando vedo la gente che è tornata a cercarmi tra gli scaffali chiedendo solo di me senza strani tagli. Oggi purtroppo è difficile trovarmi nella bottiglia non tagliato con altri, ma se starete attenti potrete risentire la mia viola ed il mio gustoso vibrare. Ricordate che io sono il Sangiovese di Romagna e che ho dato da bere ai vostri nonni e ai vostri padri e non sono secondo a nessuno… almeno in Romagna”

Leggi news vini Emilia Romagna





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria