NOTIZIE usi - costumi


Categoria: usi - costumi

I mercati generali di Giulio Cesare


Gaio Giulio Cesare (ca.100–44 a.C.).
Gaio Giulio Cesare (ca.100–44 a.C.).

Già al tempo di Giulio Cesare era stato realizzato il primo mercato romano di specialità gastronomiche, che si presentava come un grande edificio di forma quadrata.
Sulle facciate prospicienti il grande e luminoso cortile interno si aprivano, ovunque, piccoli negozi.
Per proteggere le merci dai raggi del sole venivano stese pelli di animali.
Qui era soprattutto abbondante l’offerta di verdure ed ortaggi , i prodotti cioè di un campo nel quale gli agronomi del tempo operavano con risultati apprezzabili.
Erano riusciti, ad esempio, a coltivare per la prima volta la lattuga cappuccina e a far raggiungere ad asparagi e cavoli le dimensioni che ancora oggi mantengono.
Un cronista dell’epoca descrive così il mercato:
“Si potevano trovare 38 qualità di pere e 23 di mele. Strettamente addossati l’una a l’altro, stavano i banchi dei verdurieri, che urlando, vantavano la qualità delle proprie merci. Pepe, cardamomo e valeriana dell’India, cumino dall’Etiopia, zenzero dall’Arabia.
I volatili erano appesi a lacci, così come il pesce secco. Accanto vi erano botti con il sale nelle quali si trovavano ostriche ancora vive.
Si era imposto anche il luogo comune che un cibo doveva essere tanto più gustoso quanto più esotico ne fosse stato il paese d’origine. I nobili romani erano tanto amanti della vita gaudente, che vedevano nel lusso della tavola una dei massimi valori della vita.
Ad esempio la richiesta di poter disporre di pesci e di altri frutti di mare quanto più freschi, portò coloro che commerciavano in prodotti ittici, prima a trasportare il salmone del Reno in speciali carri cisterna lungo le strade dell’impero rinnovando l’acqua ad ogni posta, poi ad erigere un’imponente costruzione all’interno del perimetro del mercato all’ingrosso.
Leggi ricetta
Leggi news mercati traianei
Leggi news arte e mercato





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria