NOTIZIE spezie - erbe


Categoria: spezie - erbe

Storia e proprietÓ salsa di senape


Testo a cura di Giuliana Lomazzi
Giornalista specializzata in alimentazione e gastronomia.
Autrice di di varie
pubblicazioni

Granelli piccoli ma tenaci, ardenti e preziosi, capaci di dar vita a innumerevoli piantine le cui foglie e gambi nutrono da sempre le popolazioni orientali; di trasformarsi in salse lisce o granulose, piccanti o delicate; di dare vigore e carattere alla mostarda; di far parlare di sé fin dalla più remota antichità, quando i nostri progenitori scoprirono che, masticando i semini chiari della senape, la carne risultava più gustosa e digeribile.
Ricorrevano alle sue proprietà digestive e condimentarie gli egizi, che le attribuivano preziose virtù; gli ebrei, secondo cui Abramo servì agli angeli lingua di vitello bollita e senape; i greci, che attribuivano la sua scoperta a Esculapio, padre della medicina; i romani, cui si deve la prima ricetta documentata della senape, nel De re rustica di Columella (I sec. d.C.). Anche il naturalista Plinio si occupò della senape nella Historia naturalis, concentrandosi però sugli usi terapeutici citati dagli scienziati dell’antichità classica, da Esculapio a Ippocrate e a Pitagora. Proprio a quest’ultimo Plinio rimandava parlando della capacità della senape, tritata e mescolata con aceto, di curare avvelenamenti causati da morsi di serpenti e scorpioni o da funghi. Il naturalista offriva per ogni affezione una terapia. Mal di denti? Masticare i semi oppure, come suggeriva Ippocrate, applicare un cataplasma. Mal di gola? Gargarismi con senape, aceto e miele. Lombaggini, dolori alle spalle o alle anche? Impacchi di senape mescolata con fichi o chiusa tra due panni per evitare di provocare vesciche, date le proprietà revulsive dei semi. Quanto ad asmatici ed epilettici, la senape era ritenuta in grado di “ravviva[re] loro i sensi e la testa provocando starnuti” e di ridare l’appetito se mescolata con succo di cetriolo. Nell’elenco di Plinio era compresa una serie lunga ed eterogenea di disturbi: dermatosi, tetano, alopecia, letargia, micosi, calcoli, lividi, contusioni, spossatezza femminile, affezioni dello stomaco, problemi digestivi. La moderna fitoterapia ha confermato in parte gli antichi usi medicinali.

Leggi ricetta salsicce
Leggi ricetta salsa
Leggi news senape afrodisiaco





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria