NOTIZIE spezie - erbe


Categoria: spezie - erbe

Storia e proprietà ortica


Spesso considerata un infestante di campi e giardini, l’ortica è stata rivalutata da chi pratica l’agricoltura biologica anche per la sua capacità di rendere più profumate le erbe aromatiche dell’orto.
I Greci, secondo quanto afferma Aristofane, ne erano ghiotti e la ritenevano migliore se colta prima dell’arrivo delle rondini. Petronio e i suoi contemporanei consigliavano di fustigare reni e natiche a chi difettava di salute e di virilità, e questa pratica è rimasta in voga fino a tutto l’ottocento.
Conosciuta anche con il nome di “erba brucia” o “vendetta della suocera” (perchè buca i fidanzati che si gettano furtivamente nell'erba), l’ortica ha proprietà diuretiche, depurative, antiemorragiche e antireumatiche. Nella civiltà contadina si usava: farne un decotto contro la caduta dei capelli, immergervi le mani per contrastare gli effetti dell’artrosi, e ricavarne sia carta che fibra tipo canapa (usata al posto del cotone).
Le foglie dell’ortica, la cui aggressività dei peli si spegne nell’acqua sbollentata, in cucina vengono usate: cotte per frittate, tortelli, dolci; crude per minestre, risotti, e bevande fermentate.
Leggi ricetta





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria