NOTIZIE personaggi


Categoria: personaggi

Eliogabalo imperatore dell'eccesso a tavola


Eliogabalo - Sestio Vario Avito Bassiano (ca. 204-222 d.C.)
Eliogabalo - Sestio Vario Avito Bassiano (ca. 204-222 d.C.)

Imperatore romano il cui nome è diventato tradizionalmente simbolo di eccentricità ed eccesso, anche in gastronomia.
Il suo vero nome era Sestio Vario Avito Bassiano, e nacque probabilmente ad Antiochia.
A seguito degli intrighi della potentissima nonna Giulia Mesa diventò imperatore nel 218 all’età di quattordici anni.
In veste di gran sacerdote del sole, venerato in Fenicia sotto il nome di Eliogabalo, ne introdusse a Roma il culto eminentemente orgiastico, per abbandonarsi poi a mollezze e stravizi d’ogni tipo.
Il suo orientamento sessuale è ancora causa di dibattiti e discussioni. Le fonti riferiscono che sposò e divorziò da cinque donne, ma secondo Cassio Dione, senatore e storico suo contemporaneo, la relazione più stabile di Eliogabalo fu quella con il suo conduttore di bighe, uno schiavo biondo proveniente dalla Caria, considerato alla stregua di un marito. Dione scrisse inoltre che Eliogabalo soleva:
«starsene nudo sulla porta della sua camera a palazzo, come fanno le prostitute, e scuotere le tende che pendevano da anelli d'oro, mentre con voce dolce sollecitava i passanti.
I suoi eccessi si manifestavano pure nelle occasioni conviviali. Si diceva che durante un banchetto avesse soffocato a morte gli ospiti con una massa di petali profumati di rosa lasciati cadere dall'alto. Alla sua tavola, dove si servivano fino a ventidue portate, comparivano ogni giorno tutti i prodotti offerti dal sole dell’impero.
Teneva in particolarmente che gli animali imbanditi conservassero la loro forma naturale, ad esempio i pesci venivano preparati in una salsa del colore del mare, abbastanza trasparente da lasciarne brillare le squame.
Egli non mangiava che certi parti speciali degli alimenti che i suoi “spenditori” cercavano nei paesi più lontani: lingue di pavoni e fenicotteri, talloni di cammello, latte di lamprede e spigole e altre strambe leccornie.
Gli eccessi e le violente perpetrate da Eliogabalo finirono per condurlo ad una morte precocissima.
Leggi ricetta
Leggi dizionarietto





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria