NOTIZIE latticini - uova


Categoria: latticini - uova

Fior di Latte STG


Il “Fior di Latte Appennino Meridionale” è un prodotto di assoluta tipicità ed è parte integrante del patrimonio lattiero caseario della Campania e di tutto il Mezzogiorno d’Italia. Formaggio fresco a pasta filata, molle, a fermentazione lattica, è ottenuto con latte intero vaccino (crudo) proveniente da una o più mungiture consecutive effettuate nell'arco di sedici ore.
La forma del “Fior di Latte Appennino Meridionale” è variabile, tondeggiante anche con testina, nodino, treccia e parallepipedo, a seconda dell'area di provenienza. Si presenta privo di crosta, di color bianco-latte con sfumature paglierine, con pelle di consistenza tenera ed una superficie liscia, lucente ed omogenea. La pasta è di color bianco latte a struttura fibrosa, a foglie sottili, di consistenza morbida e con leggera elasticità più accentuata all'origine, che rilascia al taglio e per leggera compressione, un liquido lattiginoso, omogeneo, esente da chiazze o striature. Il sapore è caratteristico, fresco, di latte delicatamente acidulo.
In Campania la forma più diffusa è quella parallelepipeda, leggermente tondeggiante, di colore bianco meno gessoso rispetto alla Mozzarella di bufala, nei confronti della quale presenta anche un sapore meno forte (meno acidulo) e una maggiore compattezza della pasta.
Il “Fior di latte Appennino Meridionale” è un formaggio fresco a pasta filata che vanta in Campania antiche tradizioni; famoso quello di Agerola.
Le origini storiche di questa cittadina risalgono all'epoca pre-romana; nota già ai tempi di Galeno per la produzione di "latte molto salutare".
Ma è con la selezione della razza “Agerolese”, compiuta dal generale Avitabile nel 1845, con il suo latte di eccezionale qualità, che la produzione del “fior di latte” nei Monti Lattari assume caratteri di notorietà internazionale.
Anche in Puglia e Basilicata la tradizione dei formaggi molli a pasta filata, come il fior di latte, risale addirittura alla Magna Grecia (V sec. a.C.).
Per la produzione del Fior di latte si è sempre utilizzato, anche nei secoli scorsi, latte vaccino di prima qualità, tanto che questo formaggio è da tempo ormai parte integrante del patrimonio lattiero caseario della Campania e delle regioni centro meridionali.

Su tutto il territorio europeo il Fior di Latte, seguendo un preciso disciplinare, viene prodotto con la denominazione Mozzarella STG (specialità tradizionale garantita).

La forma può essere sferoidale, con peso da 20 a 250 gr e diametro di 15-30 cm, eventualmente con testina, o a treccia, con peso fra i 125 e i 250 gr. Si presenta priva di crosta ma ricoperta da una sottile pellicola liscia e lucente, di colore bianco latte. La pasta di colore bianco, consistenza omogenea morbida ed elastica, ha struttura fibrosa, costituita da più foglie sovrapposte.

Leggi ricetta ravioli
Leggi ricetta insalata
Leggi news formaggi Campania
VIDEO fior di latte





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria