NOTIZIE latticini - uova


Categoria: latticini - uova

Formaggi siciliani


Ragusano Dop
Ragusano Dop
Pecorino Siciliano Dop
Pecorino Siciliano Dop

Il clima ha affidato alla Sicilia il ruolo di granaio dell’Impero Romano prima, e di giardino fruttato arabo poi. Terra di grandi latifondi, pur con pochi pascoli, ha sviluppato un’antica tradizione casearia.
Il Pecorino Siciliano Dop è probabilmente il più antico formaggio dell’isola, la sua documentazione risale al IX sec. a.C., quando nell’Odissea Omero narra l’incontro tra Ulisse e Polifemo. Successivamente, il Pecorino Siciliano lo ritroviamo citato sia in una carta dei formaggi del mondo classico greco, sia negli scritti di Plinio, che lo giudicava uno dei migliori prodotti caseari dell’epoca.
Il Pecorino Siciliano quando non viene lavorato seguendo il disciplinare della DOP è probabilmente il formaggio che può vantare il maggior numero di varianti e appellativi. Prodotto in quasi tutte le province dell’isola, con una lavorazione di base simile, si personalizza nelle tradizioni locali. È Tuma a pasta freschissima, se non ancora sottoposto a salagione e stagionatura. Diventa Piacentinu ad Enna, e si hanno notizie della sua particolarità già nel ‘500 ad opera del Gallo ne “Le venti giornate dell’agricoltura e dei piaceri della villa”. Lo storico, accennando al sistema di salatura del Piacentinu, evidenzia che gli veniva aggiunto dello zafferano per dargli più aroma e colore. Fra le varie ipotesi sull’origine del nome di questo pecorino, segnaliamo quella che collega il termine al significato di “formaggio che piace”.
In provincia di Messina viene invece prodotto il Maiorchino, con latte di pecora misto a latte caprino, sembra comparso intorno al ‘600. Tutt’oggi a carnevale, in alcuni comuni messinesi, con i Maiorchini stagionati si effettua la tradizionale “ruzzola”, gara consistente nel far rotolare le forme del formaggio il più lontano possibile.
Sempre dal latte delle pecore arriva l’eccelsa Ricotta, venduta fino a pochi anni fa dai pastori di casa in casa. Fresca, infornata, secca, è l’ingrediente irrinunciabile di primi e dolci siciliani. Dal latte vaccino deriva la Provola, il Caciocavallo e il Ragusano Dop.
Leggi ricetta
Leggi news Sicilia





Stampa Stampa | Categoria Altre news di questa categoria